Aiuto. Ho problemi con il mio cane.

  • Questo topic ha 15 risposte, 8 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni, 7 mesi fa da Anonimo.
Visualizzazione 15 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #46652
      ILoveMyMustang
      Partecipante

      Ciao a tutti. Mi chiamo Vincenzo e ho 25 anni. Mi sono iscritto al forum per cercare di affrontare un problema con voi e di ascoltare differenti consigli e punti di vista che possano in qualche modo aiutarmi, data la serietà del problema. Dunque, comincio dicendo che ho 2 cani corso, fratelli, entrambi maschi, da dicembre 2014 (età di 14 mesi). Questi bellissimi cani sono cresciuti in piena libertà in campagna mia, molto grande, in cui possono correre e divertirsi quanto vogliono. sono cresciuti assieme ad altri due cani, di piccola taglia, che un amico ha tenuto per un po di tempo in campagna mia, oltre che con due gatti che vengono sistematicamente inseguiti per tutta la campagna da loro stessi (credo a fin di gioco). i cani sono sempre stati accuditi nel migliore dei modi, hanno ricevuto sempre le dovute attenzioni etc. ovviamente stando loro nella casa in campagna e mio padre nella casa in paese, i cani stanno in compagnia una volta al giorno, tranne per il fine settimana in cui i miei vanno a trovarli per un’intera giornata. io purtroppo sono fuori sede e scendo a casa solo per le feste, ma quando sono giù li vado a trovare quasi ogni giorno e mi prendo limpegno, piacevole, di farli uscire, di fargli fare delle passeggiate e di insegnargli qualche cosa (seduto, zampa, vieni). purtroppo, una volta terminate le vacanze, devo tornare a lavoro e dunque mi allontano nuovamente e dunque non li vedo per finchè non ritorno. dunque fin qui tutto okay, a parte il fatto che tutte le volte che li faccio uscire dalla campagna, al guinzaglio (ovviamente mai assieme, ma uno alla volta), ogni qualvolta vedono un altro cane vorrebbero "mangiarlo" o almeno questo è quello che sembra (cominciano ad abbaiare ed a tirare con molta convinzione mettendomi talvolta in difficoltà). a parte il fatto che essendo cresciuti con quei due cani non mi aspettavo che avessero odiato da grandi gli altri cani, ma malgrado ciò non mi sono preoccupato della questione perchè non ho intenzione di prendere altri cani ed anche perchè ho notato che dopo una mezz'oretta di girare per le strade del paese smettono di abbaiare agli altri cani e si calmano, dunque ho sempre pensato che è una questione di abitudine. quello che invece mi ha messo seriamente in crisi è stato ciò che è successo lunedì scorso, il giorno di pasquetta: dunque io ero seduto a terra e stavo alla stessa altezza del cane, lo stavo accarezzando, lo stavo abbracciando, insomma lo stavo coccolando (il cane era visibilmente felice di ciò perchè avevo notato che aveva unerezione) quando ad un tratto è uscita dalla porta di casa mia sorella, avvicinandosi a noi. il cane, da disteso, si alza in piedi, si immobilizza, rizza le orecchie, ringhia e alla fine salta mostrando le scaglie per morderla. ringraziando il cielo era attaccato ad un albero perchè di li a poco sarebbero arrivati gli invitati che hanno paura dei cani, altrimenti io credo che mia sorella non sarebbe qui tra noi oggi. il cane ha fatto un salto enorme ma è rimasto strangolato dalla catena che era attaccata al suo collare e quindi ecaduto a terra non potendola azzannare. io non ho avuto ne la forza ne la lucidità di fare nulla, ne sgridarlo, nè trattenerlo, nè dargli una sberla. sono rimasto immobile, deluso, impaurito, triste per quello che era accaduto e per quello che sarebbe potuto accadere di peggio se non fosse stato attaccato. io sono veramente in crisi, non so cosa ho sbagliato nella sua educazione, come fare per salvare il salvabile e se c'è un salvabile. ovviamente io gli voglio bene ad entrambi, ma non posso e non voglio neppure minimamente rischiare per l'incolumità di mio padre o di mia madre o di mia sorella. adesso devo fare però delle precisazioni su tutto il resto: intanto va detto che mia sorella mentre si stava avvicinando aveva lo sguardo serio, pur non essendo arrabbiata, ma io che la stavo guardando ho avuto questa impressione; mia sorella non è proprio un'amante dei cani quindi in tutto questo tempo non si è concessa a grosse effusioni amorose nei confronti di questi cani, ma ciò non toglie che qualche volta li ha accarezzati e gli ha dato da mangiare ripetute volte. inoltre i cani l'hanno vista sempre insieme a noi. fino ad oggi nessun segno di sbandamento. mio padre è quello che se ne occupa in misura maggiore perchè come detto prima essendo io fuori sede, scendo solo per le feste e dunque è lui che giornalmente se ne occupa; mia madre infine va a trovarli con mio padre ogni tanto, più spesso rispetto a mia sorella ma ovviamente non ogni giorno. ma quando va a trovarli scherza con loro, infatti credo la riconoscano come padrona; altra precisazione che va fatta è che lo stesso giorno ha avuto lo stesso atteggiamento aggressivo (ringhiare e mostrare i canini con mio cugino che comunque lo stuzzicava a mia insaputa). poi ha cominciato a ringhiare ancora una volta quando si è fermato un motorino di un amico vicino la mia campagna e quando è passato un pony con il proprietario. va comunque detto che fino a quel momento durante le passeggiate, ma anche nella stessa campagna non ha mai detto niente a nessuna persona in mia presenza, solo agli altri cani. per pasquetta invece si è mostrato più ostile con alcune persone ma non con tutti gli estranei. in tutta questa storia laltro corso non ha abbaiato a nessuno, anzi sembrava voler giocare. anche lui però dimostra ostilità nei confronti degli altri cani.

      so che vi ho sparato un discorso fin troppo lungo, ma l`ho fatto proprio perché mi sono affezionato fin troppo ai miei cani e non voglio separamene, ma allo stesso tempo non vorrei correre alcun rischio. vi prego datemi dei consigli e fatemi tutte le domande che volete su altri eventuali aspetti caratteriali che non ho affrontato nella discussione

    • #46653
      Mattia
      Partecipante

      Il Cane Corso è un guardiano della proprietà e difensore della famiglia, il fatto che non tolleri altri maschi adulti è perfettamente normale, anzi preparati perchè i tuoi maschi da adulti potrebbero non sopportarsi proprio.

      Quello che è successo con tua sorella è perfettamente logico, lei non interagisce molto con loro quindi non la considerano come vorresti ( il cane non capisce che è tua sorella, per lui conta solo come si comporta) e visto che tu eri più in basso rispetto a lei che arrivava lui ti ha difeso, semplicemente non sapeva le sue intenzioni e forse ha anche sentito che lei aveva paura.

      Non credo che alla sua età avrebbe fatto grossi danni, da giovani esasperano certe reazioni però ti deve aver fatto capire che qualcosa avete sbagliato voi nei comportamenti, che non basta solo volergli bene ma soprattutto educarli, usando il LORO linguaggio e non il nostro.

      Tranquillo che si può sistemare tutto, basta impegnarsi e dedicare tempo alla loro educazione, soprattutto hai bisogno di qualcuno che ti insegni come fare e qui aspetto “quelli del sud” e il buon Valerio per dei consigli, io sono di Bologna.

    • #46655
      Anonimo
      Inattivo

      Mattia ti ha detto tutto, voglio ribadire che il tempo da dedicare a questi cani deve essere molto, perché hanno un attaccamento al padrone viscerale e soffrono molto l’assenza, tanto che possono diventare distruttivi se lasciati soli a lungo. Molto tempo ma anche tempo di qualità, cioè utilizzato bene. Quindi non solo per il cibo e qualche passeggiatina, ma educazione costante.
      E quando dico educazione mi riferisco non solo al cane ma soprattuto agli uomini che con lui interagiscono perché devono sapere come comportarsi.
      Con cani di questa taglia è fondamentale avere un controllo vocale pressoché totale e l’educazione insieme con la socializzazione è di importanza vitale.
      Da quel che ho compreso è tuo padre che se ne occupa perché tu sei via la maggior parte del tempo, per cui è lui che dovrebbe costruire un rapporto sano con loro. Anzitutto deve imporsi come capo branco e poi dovrebbe spendere del tempo nell’educarli ai comandi base, primo fra tutti il vieni, ovviamente il seduto e terra e importantissimo il fermo. Puoi tralasciare la zampa che non ha alcuna utilità ed è una roba da circo. I cani devono anche poter costruire un rapporto con gli altri elementi del branco, sorelle, fratelli e tutti quelli che visitano la famiglia regolarmente, ed è fondamentale che tutti costoro sappiano come ci si comporta con un cane nei fondamentali.
      Per fare tutto questo oltre al tempo è necessario come dice Mattia avere un minimo di conoscenza della psicologia canina e usare il loro linguaggio che è totalmente diverso dal nostro per cui spesso accade che vi siano gravi fraintendimenti.
      Il cane corso è un animale estremamente intelligente e ricettivo e impara davvero in fretta. E’ un grande guardiano e difensore del suo branco ma sa farlo con equilibrio se correttamente indirizzato.
      Scusami se sono brutalmente onesto, ma questi cani di cui ci racconti mi sembrano quasi abbandonati a se stessi per cui passando poco tempo con la famiglia ne sconoscono le regole di convivenza ed è perfettamente normale che si comportino così.
      Non è sufficiente che abbiano lo spazio e la campagna per correre, hanno bisogno dell’uomo. Pochi minuti al giorno per un pasto e due carezzine non sono granchè.
      Un corso adulto ed equilibrato, cresciuto fin da piccolissimo con tutte le attenzioni necessarie e con una buona educazione, si adatta anche ad una prolungata assenza del padrone per molte ore al giorno, pur soffrendone la mancanza, ma senza queste premesse è facile che ci siano problemi comportamentali.
      Sarebbe molto utile che tuo padre riuscisse a dedicargli più tempo nel quotidiano e che impiegasse al meglio quelle intere giornate nel fine settimana che sono il tempo consecutivo maggiore che trascorre con loro, educandoli e socializzandoli.
      Ma prima di ogni cosa cercate di educare voi stessi, documentatevi, leggete, lasciatevi consigliare da gente con molta esperienza o prendete in esame anche la frequentazione di qualche lezione presso un centro cinofilo specializzato per capire come comportarvi coi vostri cani.
      Non c’è motivo di preoccuparsi eccessivamente, hai tutto il tempo per intervenire e correggere la situazione che a mio avviso è un po’ viziata in partenza dalle carenze che ho esposto.
      Tienici aggiornati.

    • #46656
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Vincenzo e benvenuto, io aggiungo a quanto detto da Mattia e Glauco, che i cani sono e si sentono proprietari del loro territorio, anche giusto, se tuo padre non è di polso fermo rischia anche lui, come posso spiegarmi, hanno creato un sodalizio tra di loro in mancanza di un giusto e costante riferimento. Lasciati a se stessi si creano le loro regole e senza rendervene conto potreste infrangerle, andare in un angolo importante per loro, toccare qualcosa di loro possesso e via dicendo… non si tratta di educazione ma hanno bisogno di un riferimento costante. Al momento alquanto assente.

    • #46665
      cainos
      Moderatore

      Ciao e benvenuto, intanto mi dispiace per la situazione che si è creata, ma volevo aggiungere a quanto ti è stato detto, che se non ho capito male i cuccioloni hanno adesso 14 mesi.
      L’ età è quella giusta (si va di norma dai 14 ai 18 mesi Normalmente avviene a 15 16) in cui il maschio fa la sua scalata gerarchica.
      Quindi mette alla prova il Capobranco.
      Essendo abbastanza chiaro che il Capobranco non sei tu perché li vedi sporadicamente, credo che al situazione in cui si è trovata può essere riassunta in questi punti.

      Stato d’ animo del Cane in generale in questa fase di crescita
      1) io giovane maschio mi sento quasi pronto credo di essere vicino al pieno delle mie forze, fino adesso ho vissuto abbastanza liberamente, non ho proprio un punto di riferimento anche se quel signore che mi viene a dare da mangiare tutto sommato mi età simpatico, incomincio a tenere d’ occhio anche mio Fratello perché lo vedo ancora un po’ coglione ma è bene che non gli passi mai per la mente il fatto di mettermi in discussione.

      Stato d’ animo del cane in quel momento
      2) Che bello sono qui sdraiato e c’è questo simpatico ragazzo che ogni volta che lo vedo mi ha sempre portato a fare un bel giro e mi da attenzioni, mi età simpatico tutto sommato anche se non lo vedo spesso.
      Guarda che bello adesso sono sdraiato qui e mi sta facendo un sacco di coccole, è chiaro che per coccolarmi così tanto senza motivo deve reputarmi decisamente importante e a lui superiore, tanto meglio lo conosco è un tipo apposto e non mi può creare problemi, continua ad adorarmi che fai bene e quello è il tuo ruolo, (tralasciamo i pensieri legati all’ Erezione non dico che ti volesse ingroppare ma comunque dominanza c’era)

      Avvenimento
      3)
      OH, Che succede, chi è che disturba il mio momento di gloria nel mio territorio aspetta che mi alzo e controllo…. Guarda chi c’e’ quel’ altra cosa vuole adesso
      nessuno l’ ha chiamata e non voglio che disturbi questo mio momento.
      Che fà si avvicina? e perché mi guarda negli occhi?
      Aspetta che adesso gli mando un bel segnale Inequivocabile per il Cane che si deve levare subito dai coglioni…..
      Che fà? gli ho mandato un segnale e non mi ha risposto con nessun segnale di pacificazione, ne uno scostamento della testa ne una leccata di naso anzi continua a guardarmi e guardare il simpatico tizio che mi axccarezza ed avanzare.
      Aspetta che gli mando un segnale più chiaro… Questa la curo Subito parto proprio da lei così le faccio capire 1 volta per tutte e per il resto chi comanda fra i due.

      A quel Punto il Cane è partito.

    • #46669
      Anonimo
      Inattivo

      [quote quote=46665]
      Aspetta che gli mando un segnale più chiaro… Questa la curo Subito parto proprio da lei così le faccio capire 1 volta per tutte e per il resto chi comanda fra i due…

      [/quote]

      Grande Jury, perfetta trasposizione del cane-pensiero in prima persona!

    • #46670
      Anonimo
      Inattivo

      Allora ,il racconto di Yuri mi ha fatto dazzero ridere nel senso che me lo vedo Yuri che si immedesima nella testa del cane, racconti a parte Yuri non ha tutti i torti, questi cani lasciati per la maggior parte del tempo sempre da soli, non sono la cosa migliore per una razza come il cane corso, che fa del legame indissolubile con il padrone una delle sua caratteristiche di base,imfatti sia il tradizionale (che è ancora più attaccato al padrone) che quello da Expo hanno questa caratteristica di attaccamento al padrone, che dire o il cane è andato in protezione contro la sorella, ma anche qui se lo ha fatto è perche non la riconosce come padrona ma allora il problema risale alla radice, cioè al fatto che i cani vengono lasciati troppo da soli,io a questo punto ti consiglio di interagire con il cane sul serio , di essere un po più autoritario anzi senza po, molto autoritario, perche nel momento stesso che il cane attacava la soorella se tu gli davi un bel calcione nel culo di quelli buoni, lui capiva quale era il suo posto, invece rimanendo basito e stupito (cosa che al cane non glie po fregà de meno) hai rafforzato la convinzione nel cane che lo può rifare in quanto tu non conti un cazzo,scusa per la crudezza delle parole ma è la semplice verità il mondo dei cani nonè una democrazia, ma una gerarchia basata sulle dittatura,e se tu non se un buon capobranco sarai sempre nei guai,e per citare Yuri se al posto di un Cane corso avevi un Caucaso il morso te lo prendevi anche tu ,e poi alla lunga due maschi di cane corso messi insieme trovano da dire, su questo non ci piove.

    • #46676
      Anonimo
      Inattivo

      Beh Valerio ha centrato un problema che mi è stato raccontato proprio l’estate scorsa da un amico di famiglia per scoraggiarci a prendere un cane corso! Cosa che sia io che mia moglie ce ne siamo infischiati.
      Cane corso tenuto in una masseria con un cane piccolo (noi giù li chiamiamo i pometti),tipico delle masserie accoppiare cane piccolo che fa fracasso e cane grande che interviene,i padroni della masseria una volta portando il mangiare, per situazioni che non ricordo, da un calcio al cane piccolo ed il corso di risposta attacca il proprietario che si rifugia su di un albero. Beh purtroppo giù,ancora non si va x il sottile,il cane è stato pistolettato,e qui mi fermo…
      Ciò lo riporto per rafforzare ciò che dice Valerio,va presa la situazione in mano quando succedono certi eventi e terrei in considerazione strettamente ciò che diceva Valerio, e chi lo ha preceduto, sul far capire chi è il capo branco!
      Nell’esempio che ti ho riportato ormai era troppo tardi in quanto il cane era troppo adulto e non riconosceva nel proprietario la figura di capo branco,nel caso tuo i tuoi cani sono ancora in crescita non solo fisico ma pure mentale quindi hai ampio margine di lavoro nonché di miglioramento!

    • #46687
      Federico Lavanche
      Amministratore del forum

      A 14 mesi, avviene l’esplosione del cane! Sta terminando la crescita, si sente forte e ha sempre la prova di essere il leeder con il cane fratello.Ha anche i primi desideri sessuali. Il cane sta testando anche gli umani…per capire chi può sopraffare. Mi sembra un classico caso di protezione nei tuoi confronti. E’ un campanello d’allarme! I cani rimangono troppo soli, hanno fatto branco, hanno stabilito la loro gerarchia tranne che con voi. Serve molta autorità e fermezza. Se il cane capirà che avete paura di lui, farà pericolosamente il bullo… Servirà anche molto più contatto con loro. Prestate molta attenzione alle persone che i cani vedono sporadicamente perchè i cani non sanno davvero come comportarsi, se fidarsi, se avere paura o mostrare i denti… Fate molta attenzione….

    • #46690
      ILoveMyMustang
      Partecipante

      Vi ringrazio dei preziosi consigli che mi avete dato. spero di poter convincere mio padre su tutto cio di modo che possa andare a trovarli più spesso e riportarli sulla retta via, altrimenti qua potremmo rischiare qualcosa di grosso. mi sono preoccupato molto quel giorno, spero non si verifichi più.

    • #46692
      Anonimo
      Inattivo

      Se non trova un capobranco che lo metta in riga lo rifarà stai tranquillo !e ogni volta sarà sempre più convinto di quello che ha fatto.

    • #46693
      Federico Lavanche
      Amministratore del forum

      Tienici aggiornati e grazie per aver condiviso con noi la Tua esperienza! Un caro saluto.

    • #46695
      cainos
      Moderatore

      [quote quote=46676]
      Nell’esempio che ti ho riportato ormai era troppo tardi in quanto il cane era troppo adulto e non riconosceva nel proprietario la figura di capo branco,nel caso tuo i tuoi cani sono ancora in crescita non solo fisico ma pure mentale quindi hai ampio margine di lavoro nonché di miglioramento!

      [/quote]
      No Non era troppo tardi, e poteva essere recuperato anche da uno sconosciuto sono veramente pochi i casi estremi. Bisogna sapere però come approcciarsi.
      Recuperano i Caucasi Adulti che hanno un Animo Indipendente e puntano a essere l’ Alfa, Figuriamoci se non si recupera un Molossoide che se trova un punto fermo di cui si può fidare Non gli Pare il Vero lo hanno proprio nel DNA.
      Certo non sarebbe stato semplice ma neanche così Complicato….
      Purtroppo è Stato ucciso.

    • #46697
      Anonimo
      Inattivo

      [quote quote=46695]

      Nell’esempio che ti ho riportato ormai era troppo tardi in quanto il cane era troppo adulto e non riconosceva nel proprietario la figura di capo branco,nel caso tuo i tuoi cani sono ancora in crescita non solo fisico ma pure mentale quindi hai ampio margine di lavoro nonché di miglioramento!

      No Non era troppo tardi, e poteva essere recuperato anche da uno sconosciuto sono veramente pochi i casi estremi. Bisogna sapere però come approcciarsi.
      Recuperano i Caucasi Adulti che hanno un Animo Indipendente e puntano a essere l’ Alfa, Figuriamoci se non si recupera un Molossoide che se trova un punto fermo di cui si può fidare Non gli Pare il Vero lo hanno proprio nel DNA.
      Certo non sarebbe stato semplice ma neanche così Complicato….
      Purtroppo è Stato ucciso.

      [/quote]

      Purtroppo si…
      Si concordo yuri che si poteva recuperare ma purtroppo Il troppo tardi yuri era riferito alla mentalità spicciola è sbagliata di qualche massaro che vive il cane solo ed esclusivamente come cane da lavoro e non anche come compagno di vita!
      Voglio vedere un cane che in pratica è solo quasi tutto il giorno,e mi riferisco all’evento da me riportato,se non si ribella ad un’affronto verso un membro del suo branco…e qui dove subentra il discorso del capo branco è lo si diventa anche rispettando il cane!

    • #46709
      cainos
      Moderatore

      già……

    • #46719
      Anonimo
      Inattivo

      Ragazzi una volta era l’ordine del giorno se un cane sbagliava lo si sopprimeva ,ai recuperi non ci si pensava primo per mentalità, secondo perche non ce ne era nè il tempo e neanche la voglia,ma indubbiamente un molosso lo si recupera sempre,io ho avuto il coraggio una volta di recuperare un Sciarplanic(fate conto che il caucaso sia uno Zuccherino) mi ha fatto dannare e mi sono beccato anche qualche morso(anche i morsi amplificano l’esperienza cinofila) ma alla fine è andato a fare la guardia a dei bovini in campagna ed è stato un gran cane fino alla fine dei suoi giorni, ma un cane corso non ci sono problemi lo si recupera sempre , mi dispiace che lo abbiano abbattuto.

Visualizzazione 15 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.