CANI DA DIFESA E DA GUARDIA

Visualizzazione 16 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #28669
      GGGGGGGGIUSEPPE
      Bloccato

      Due correnti di pensiero contrapposte:
      1- E’ più importante, in un Cane Corso, l’attitudine alla difesa che alla guardia. Infatti, qualunque cane rinchiuso nel proprio territorio fa la guardia, sia pure a modo suo. Invece per difendere il proprio padrone occorre il coraggio di affrontare un uomo ed anche la tempra necessaria a non scoraggiarsi se l’aggressore reagisce con violenza. Nel proprio territorio qualunque cane è coraggioso; invece all’aperto, per dimostrarsi un valido difensore, il cane dev’essere veramente coraggioso, ed anche attento, sicuro di sé, determinato a lottare e capace di sopportare il dolore: molto difficile!
      2- E’ più importante l’attitudine alla guardia. C’è modo e modo di fare la guardia: la maggior parte dei cani si limita ad abbaiare, magari anche quando non ce ne sarebbe bisogno. Ma in caso di effettiva intrusione non ha il coraggio di affrontare un uomo, oppure abbaia ma è troppo bonaccione e fiducioso per mordere davvero l’intruso, oppure di fronte ad una reazione violenta si impaurisce. Un cane che sia esente da queste remore è per forza di cose adatto anche alla difesa, perché la più importante delle sue “proprietà” è appunto il padrone e ad esso estende il suo istinto guardingo.
      Bene: vorrei leggere in proposito il pensiero del nostro Valerio, al quale ricordo anche la sua reiterata promessa, finora disattesa, di aprire una discussione sulle correnti di sangue del Cane Corso.
      Penso poi che ciascuno di noi possa fare una specie di “esamino” al proprio cane per valutarne le attitudini. Avete un buon guardiano? Un difensore?

      [img]https://www.italian-cane-corso.com/wp-content/uploads/2015/01/0oy3w-giard-reali-2.JPG[/img]

    • #33732
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Giuseppe, la promessa sulle linee di sangue è sempre valida, ma richiede tempo e al momento sono molto preso con il lavoro e purtroppo dedico sia al nostro amato Forum e alle pagine si FB che gestisco i ritagli di tempo, sperando in momenti più tranquilli scrivo sull’argomento da te postato ( bello spunto complimenti) la difesa viene insegnata al cane atraverso un addestramento , dove il cane le prime volte impara a giocare con la manica, poi pian piano atraverso vari stadi impara a mordere più forte , ad avere piu fiducia in se stesso,e ad attaccare solo ed esclusivamente su comando del conduttore (ho scritto conduttore e non padrone per un preciso motivo) e naturalmente a lasciare la presa su preciso ordine, e molte razze sono naturalmente predisposte per tale compito Doberman e Malinois in primis! invece la guardia e la difesa familiare sono doti che devono essere predisposte geneticamente, in quanto il cane deve decidere da solo se è il caso di intervenire, specialmente se è da solo alla guardia di un abitazione che considera suo territorio, e ciò comporta come ha scritto Giuseppe doti di tempra e determinazione notevoli, lo stesso dicasi della difesa familiare il quanto il cane difende i suoi cari (branco) a cessa tale attivita solo quando il presunto pericolo cessa ,senza nessun ordine diretto,ora il cane corso tradizionale è della seconda specie, ma anche li deve essere geneticamente selezionato sulla funzione , perche la guardia non la si insegna ,e un vero cane corso è un cane da guardia e da difesa familiare principalmente ,ed essedolo finche lui ritiene che ci sia il pericolo non cessa di stare allertato, e attacca autonomamente qualora si manifesti il pericolo, mentre un cane addestrato alla difesa personale, all’ordine immediato del suo comduttore (che in quel momento può non essere il padrone) molla la presa sul figurante e si mette al piede , e naturalmente dopo due minuti dopo gioca tranquillamnete con il figurante, questa è la sostanziale differenza, la difesa viene insegnata come un gioco, mentre per il cane corso quando è alla guardia è un lavoro ,che fa con tutta l’anima e non gioca per niente, e chi lo affronta rischia la vita, ciao a sentirci Vale PS e naturalmente un cane corso non prende ordini da un conduttore, ma solo dal suo padrone

    • #33733
      GGGGGGGGIUSEPPE
      Bloccato

      Grazie, Valerio.
      Non a caso ho messo una fotografia del mio Argo a passeggio. Ti assicuro che se un “figurante”, o una persona qualsiasi, mi venisse semplicemente vicino per chiedermi un’informazione, se ne pentirebbe immediatamente; se poi si avvicinasse alle mie bambine sorvegliate da Argo… beh, si tratterebbe di un aspirante suicida. In sua presenza è necessario che la gente cammini senza guardarlo e senza avvicinarsi a noi. Quanto a giocare con Argo, poi, per un estraneo è del tutto inimmaginabile. Credo che tu ben sappia cosa intendo, perché mi pare di aver capito che Noor è della stessa pasta.
      Il problema, però, per me si pone ed è assai serio quando si tratta di moderare il cane: non ubbidisce se non è costretto con la forza; ed anche allora continua a brontolare e mi guarda storto, come per dire: “Lascia fare a me!” L’aspetto più pericoloso è la rapidità della sua azione e l’ assoluta mancanza di preavviso: evidentemente, lui crede di essere invincibile ed ha una voglia pazza di combattere con qualcuno. Dici che diventerà più riflessivo crescendo?

    • #33734
      eddiehardcore7
      Partecipante

      Argomento che seguo con interesse poiché in modo indiretto mi sono posto sempre questo problema: cosa farà il mio cane se dovesse incrociare un uomo con cattive intenzioni? Ad esempio il mio precedente cane corso, molto più rustico di Cesare ed affetto da cardiopatia dilatativa, era davvero un cane tosto, una bestia feroce, un “escalatore sociale”: bastava guardarlo negli occhi per un po’ di tempo e provava a mordere, magari anche solo per farti sentire i denti e poi non stringeva. Un cane che davanti al cancello di casa faceva terra bruciata, non socializzato con gli altri cani. Posso dire che ha fronteggiato l’uomo invasore che in un paio di occasioni si è trattato di due miei amici: una notte un amico doveva riportare una macchina a casa, non volendomi svegliare ha prima provato a scavalcare il cancello e poi ha provato a mettere la mano per premere il pulsante ed aprire, mi ha raccontato di aver rischiato l’amputazione dell’arto da parte del povero Libano. Un’altra volta un pastore aveva deciso di rompere le palle, perché di questo si trattava, sempre al povero Libano; lo ha provocato non poco finchè il cane è saltato in bilico sulla rete e provava a mozzicargli la testa (dramma sfiorato per poco..!).
      Per ora Cesare non mostra questi atteggiamenti, è estremamente equilibrato.. La notte è capitato di vederlo/sentirlo abbaiare e ringhiare ma non l’ho mai visto lanciarsi addosso alla rete o al cancello. Mi è capitato solo con una persona di colore che rompeva i maroni ed insisteva per farmi acquistare qualcosa nonostante i miei “NO”. Cesare ha captato la rottura di scatole e si è scagliato verso il venditore ambulante..

    • #33735
      Anonimo
      Inattivo
      Quote:
      Cita da: GGGGGGGGIUSEPPE il January 13, 2015, 14:32
      Grazie, Valerio.
      Non a caso ho messo una fotografia del mio Argo a passeggio. Ti assicuro che se un “figurante”, o una persona qualsiasi, mi venisse semplicemente vicino per chiedermi un’informazione, se ne pentirebbe immediatamente; se poi si avvicinasse alle mie bambine sorvegliate da Argo… beh, si tratterebbe di un aspirante suicida. In sua presenza è necessario che la gente cammini senza guardarlo e senza avvicinarsi a noi. Quanto a giocare con Argo, poi, per un estraneo è del tutto inimmaginabile. Credo che tu ben sappia cosa intendo, perché mi pare di aver capito che Noor è della stessa pasta.
      Il problema, però, per me si pone ed è assai serio quando si tratta di moderare il cane: non ubbidisce se non è costretto con la forza; ed anche allora continua a brontolare e mi guarda storto, come per dire: “Lascia fare a me!” L’aspetto più pericoloso è la rapidità della sua azione e l’ assoluta mancanza di preavviso: evidentemente, lui crede di essere invincibile ed ha una voglia pazza di combattere con qualcuno. Dici che diventerà più riflessivo crescendo?

      Ciao Giuseppe, Noor essendo femmina è meno irruente più incline ad ascoltarmi quando entra in modalità protezione, anche perche io fin da piccola poi gli ho ben inculcato nel suo cervellino che il cane grosso sono io, lo stesso devi fare tu con Argo , il cane corso tradizionale maschio verso i 10 mesi incomincia ad avere la consapevolezza della sua forza e potenza, che è il doppio di un cane corso femmina , ed un buon richiamo ci vuole, ad esempio sabato pomeriggio durante una passeggiata mentre incrociavo un signore ,Noor all’avvicinarsi del signore a circa 6 metri di distanza è entrata in attenzione (leggero irrigidimento del portamento ben riconoscibile ad un occhio esperto)e passare dall’attenzione alla modalità protezione è un nanosecondo( una volta entrati in protezione finchè il pericolo presunto non cessa non li distogli più) allora io subito ho dato un No!! secco ,seguito da un calcetto nel culo (conosco la mia gallina e so cosa ci vuole) mi ha guardato un po stupita con la faccia innnocente,(quando gli conviene la fa sempre) ma il signore è passato vicino senza problemi (a parte un leggero borbottio di Noor) devo dire che con il tempo si calmera (io devo passeggiare anche a Cesenatico centro non solo nei boschi) ma ci devo lavorare su ancora un po, tu con il maschio devi importi un pelino di piu e quando lo guardi in faccia, in quei momenti con gli occhi gli devi, dire a muso duro , fidati e lascia fare a me ciao Vale PS il cane corso ascolta il padrone come il PTedesco , ma ha il doppio della forza, e ne va tenuto conto, perche un tirone di un maschio adulto ti trascina via e lo fermi solo con l’autorità

    • #33736
      Federico Lavanche
      Amministratore del forum

      Giurerei di aver visto Giuseppe col suo bel cagnone venerdì verso le 18.00 a Torino zona Palaghiaccio corso Tazzoli. Mi ha colpito un cane corso di taglia, tigrato, orecchie mozzate e coda integra. Può essere?? 🙂

    • #33739
      Federico Lavanche
      Amministratore del forum

      No, ho accompagnato mia figlia a pattinaggio. Ma ti rendi conto che Torino è proprio un “paesone”? 🙂
      se ti va di prendere un caffè, venerdì sono di nuovo li al palaghiaccio. Ciao! (perdonate l’off topic)

    • #33772
      Federico Lavanche
      Amministratore del forum

      ok a venerdì! Tra le 17.00 e le 18.00 sono anch’io li ciao!!

    • #33773
      Anonimo
      Inattivo
      Quote:
      Cita da: Amministratore il January 16, 2015, 15:31
      ok a venerdì! Tra le 17.00 e le 18.00 sono anch’io li ciao!!

      Gia che ci siete mentre prendete il Caffè fatelo alla nostra salute, con un bel reportage fotografico dell’incontro, cosi partecipiamo pure noi al primo mini raduno del Forum

    • #46580
      Angelo Nicoletti
      Partecipante

      Ciao ragazzi mi chiamo Angelo ed ho un corso che si chiama LeBron di 8 mesi, entro in discussione per capire bene alcune cose, il mio cane quando arriva un amico a casa gli fa le feste, premetto che me lo hanno regalato ma io l’ho preso principalmente per fare la guardia, e a tal proposito sono un po’ preoccupato, diciamo che in alcune circostanze abbaia alla recinzione ma poi se qualcuno si avvicina gli va le feste…. L’unica attitudine che fino ad’ora ho notato è la difesa nei miei confronti e nn risulta aver timore di affrontare nuove esperienze anche fastidiose per un cane, mi piacerebbe avere un vostro parere da esperti grazie.

    • #46581
      Mattia
      Partecipante

      Ciao Angelo, io ti consiglierei di aprire una nuova discussione perchè mettere il tuo messaggio in coda ad un vecchio post non lo rende visibile.

      In generale è ancora piccolo per fare veramente la guardia e molto dipende anche da come ci comportiamo noi, se tu gli dai l’input che chiunque arriva a casa tua è un amico lui si comporterà di conseguenza.

      Comunque aspettiamo Valerio sull’addestramento.

    • #46582
      Angelo Nicoletti
      Partecipante

      [quote quote=46581]Ciao Angelo, io ti consiglierei di aprire una nuova discussione perchè mettere il tuo messaggio in coda ad un vecchio post non lo rende visibile.

      In generale è ancora piccolo per fare veramente la guardia e molto dipende anche da come ci comportiamo noi, se tu gli dai l’input che chiunque arriva a casa tua è un amico lui si comporterà di conseguenza.

      Comunque aspettiamo Valerio sull’addestramento.

      [/quote] oggi a casa è venuto un mio amico con un cucciolo di Pit di 4 mesi, ma anche se di giovane età ha passato tutto il tempo a tentare di montare la mia collie, si vedeva che aveva già un carattere fiero da maschio alfa, LeBron quando lo ha visto ci voleva giocare ed ha cominciato a sbavargli tutto addosso…. Ieri invece si è lanciato nella macchina di un mio amico che non aveva mai visto prima riempiendolo di feste, un po’ ci sono rimasto male lo devo ammettere, ma poi confido nell’ipotesi che a 8 mesi sia ancora cucciolo… Ripeto non l’ho preso in allevamento, quindi non so di che linea di sangue proviene, io vorrei solo capire i vostri corsi ad 8 mesi come si comportavano

    • #46583
      Mattia
      Partecipante

      [quote quote=46582] io vorrei solo capire i vostri corsi ad 8 mesi come si comportavano

      [/quote]

      Meglio lasciar perdere…?

      Sappi che il concetto di cane alfa è completamente diverso da quello che si racconta al bar, il cane alfa è molto raro e possibile solo nelle specie molto primitive e poco manipolate, non certo un pittbull.

    • #46584
      Angelo Nicoletti
      Partecipante

      [quote quote=46583]

      io vorrei solo capire i vostri corsi ad 8 mesi come si comportavano

      Meglio lasciar perdere…?

      Sappi che il concetto di cane alfa è completamente diverso da quello che si racconta al bar, il cane alfa è molto raro e possibile solo nelle specie molto primitive e poco manipolate, non certo un pittbull.

      [/quote] comunque la mia domanda è, ad 8 mesi è normale che fa le feste al cancello ai passanti? Mi sta balenando per la mente di fare una prova di notte con un mio amico che non conosce, voglio vedere come si comporta da solo con l’intruso di notte voi che ne dite

    • #46585
      Anonimo
      Inattivo

      In linea generale almeno al cancello,nel suo territorio,dovrebbe iniziare a fare la guardia,almeno così è stato per il mio,ma uso apposta il condizionale in quanto ogni soggetto è diverso l’uno dall’altro al di là della linea di sangua e magari potrebbe sviluppare in seguito tale funzione.
      Vediamo altri pareri…

    • #46586
      Mattia
      Partecipante

      Io credo che queste improvvisazioni con l’amico servano a niente, se il cane ha le palle e lo respinge si ricorderà di quella persona e magari due mesi dopo che viene a trovarti lo morde al culo, oppure si spaventa e allora ci metterà più tempo a trovare sicurezza.

      Anche cagate tipo metterlo a catena creano solo tristezza e frustrazione, un guardiano deve essere sicuro di se, non prigioniero.

      I cani adulti fanno quasi tutti la guardia abbaiando agli estranei, quindi dagli tempo di crescere, la faccenda di attaccare fisicamente l’intruso è una cosa diversa, comunque otto mesi è piccolino, dagli tempo.

      Fino a che è piccolo se hai un amico con un maschio adulto ( almeno 3 anni) e cazzuto faccelo stare insieme spesso, il tuo starà sottomesso e intanto imparerà per emulazione.

    • #46591
      Angelo Nicoletti
      Partecipante

      Ragazzi grazie delle vostre delucidazioni, anzi chiedo scusa per le mie domande un po’da stupido, è solo che io spero che il mio cane non sia uno di quei corsi patatoni, comunque vi terrò aggiornati, mi piacerebbe mettere due foto per farvelo vedere ma non so come si fa

Visualizzazione 16 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.