MASTINO SUD AFRICANO

  • Questo topic ha 13 risposte, 6 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni, 9 mesi fa da Anonimo.
Visualizzazione 13 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #45065
      Cataldo Piccolomo
      Partecipante

      Ragazzi ho avuto modo casualmente di conoscere questa razza di cui ignoravo l’esistenza , se provate a documentarvi un po noterete quanto sia simile al nostro amato cane corso 🙂 cosa ne pensate in merito ? Qualcuno ne ha mai visto uno dal vivo ?

    • #45066
      Anonimo
      Inattivo

      Si io ne ho visti alcuni (per la precisione erano tre) alla mostra di Cesena a Pieve Sistina che si tiene annualmente ad inizio inverno, è una razza interessante, e decisamente deriva dai Mastif inglesi (che derivano dal Cane corso, perciò poi alla fine i molossi a pelo corto derivano tutti da quello Romano chissa perche poi?) che i Boeri si portarono dietro in Sudafrica quando incominciarono a colonizzarlo, poi con il tempo e l’isolamento si trasformarono nei cani da guardia Boeri il Boerboel, ed erano cani polivalenti usati come tutto fare nelle fattorie, Grandi guardiani e protettori ,ed usati anche nei combattimenti contro i nativi , tanto che erano molto temuti dagli ZULU gli allora mitici guerrieri del Sudafrica, che riconoscevano nel molosso un valido e coraggioso antagonista in guerra,c’è da dire che del vecchio molosso da guerra Boero a differenza del nostro cane corso tradizionale che abbiamo preservato integro nelle sue funzioni(il Boxerone da Expo non lo contiamo) è rimasto ben poco, tanto che nel dopo guerra la razza era praticamente estinta anche in Sudafrica, ed è stato solo per un interveto di appasionati che è stata rifatta, dico rifatta perche per creare il nuovo Boerboel hanno usato varie razze di molossi, il Mastif in primis, Dogo canario e anche maturalmente il Cane corso tradizionale, i nuovi Boerboel sono ottimi cani da guardia e famiglia, non hanno certamente la ferocia e tempra dei loro antenati, ma per le persone di oggi sono decisamente più gestibili, ma io preferisco sempre l’origininale,il nostro vero de unico Cane Corso tradizionale, con un gran carattere e tempra da paura , ma docilissimo con i suoi umani.

    • #45069
      Mattia
      Partecipante

      Sbaglio o il Boerboel è fisicamente più massiccio e piantato del corso?

      Gli standard di peso lo collocano oltre i 75 kg e per mia conocenza esistono solo 4-5 razze al mondo che possono davvero permettersi di pesare così tanto senza risentirne.

    • #45070
      Anonimo
      Inattivo

      Io li conosco molto bene e sono stato sul punto di comprarne uno qualche tempo fa.
      Da quel che so c’è solo un signore in Italia che li ha, quindi possibile siano gli stessi visti da Valerio.
      Lui è andato a cercarli e comprarli in Sudafrica qualche anno fa.
      Sono molto più massicci e hanno un testone enorme, molto rustici come il nostro corso.
      E’ un gran bel cane e l’ho valutato per lungo tempo prima di prendere il corso, ma al tempo (come ancora adesso più o meno) era di difficilissima reperibilità e pertanto il prezzo era esorbitante.
      La razza non è ancora riconosciuta FCI.

    • #45071
      Anonimo
      Inattivo

      Si sono molto più massicci per via dell’abbondante sangue Mastif Inglese che si portano dietro, gli antichi Boerboel erano molto più leggeri e veloci ,tanto da asomigliare a dei cani corsi, ma i nuovi li hanno fatto molto pesanti, tanto non devono più combattere contro gli ZULU, o i leoni, ma indibbiamente è un bel cagnone, e anche sul carattere hanno lavorato paercchio addolcendolo di Brutto ,perche il cane antico non ci pensava due volte ad attaccare un leone,e se prendeva un ladro lo uccideva, ma era un cane per cinofili di scorza dura come gli antichi Boeri, e se un cane dimostrava di essere un fifone gli piantavano una palla in testa (capito il metodo di selezione?) e in Sudafrica di quello che pensa L’ENCI ci fanno la birra scura.

    • #45072
      Cataldo Piccolomo
      Partecipante

      Grazie per le delucidazioni , come al solito 😉 bella razza comunque davvero ammirevole

    • #45087
      eddiehardcore7
      Partecipante

      E’ un bel cane per le sue dimensioni importanti e la struttura in generale, tuttavia non mi sa di atletico..! Un corso adulto e di ottima provenienza sprizza energia da ogni singola cellula!

    • #45090
      Anonimo
      Inattivo

      Be bisogna sempre considerare che il moderno Borboel è il frutto di una selezione basata sul meticciaminto con altre razze, come ho spiegato il Boerboel del 1800 era un cne da guerra tuttofare molto più leggero e veloce,come lo è ancora il nostro cane corso Tradizionale.

    • #45095
      Mattia
      Partecipante

      Un cane imponente fa sempre la sua figura ma oltre certe dimensioni va troppo a penalizzare la mobilità, a cosa mi serve un cane di 90o 100 kg lento come una lumaca e che non si stacca da terra?

      Lamar corre e salta, azzanna i rami bassi degli alberi e si lascia penzolare, crescendo sta diventando anche resistente alle lunghe passeggiate e la prossima estate potrò portarmelo dietro in montagna, a 52 kg sono felicissimo che continui così, se fosse un bisonte immobile tante cose sarebbero precluse.

    • #45117
      cainos
      Moderatore

      Ciao a tutti
      Su questa razza posso darvi qualche informazione sopratutto per quanto riguarda il panorama italiano.
      Intanto tendo a specificare una cosa non esisteva fino a qualche mese fa nessun allevamento di Boerboel approvato in Italia.
      Questo perché nessuno aveva soggetti che avessero preso Apprisal.
      Cosa è l’ Apprisal?
      Dovete sapere che come giustamente fatto notare da Valerio la razza è andata quasi in estinzione ma i signori che si sono messi a fare il rinsanguamento non hanno fatto le cose a capocchia anzi ci si sono applicati doviziosamente.
      hanno scelto linee di sangue nei quali configurano sia il mastif che il bull mastif (come ceppo molossoide) e hanno stilato uno standard ben preciso che non teneva conto tanto dell’ estetica tanto alla funzionalità e fisicità del Boerboel.

      Quindi se andate a vedere lo standard vedrete che un boerboel deve avere chiusura a forbice deve avere struttura fisica (decisamente massiccia) e dinamicità ben precise, oltre a una attitudine caratteriale ben precisa.
      Tutte queste caratteristiche fisiche caratteriali vengono testate e viene rilasciato un certificato APPRISAL con una percentuale in teoria il 100% mai raggiungibile indica il Boerboel perfetto.
      MA attenzione un Boerboel con 85% di Appraisal non è un Boerboel con difetti riportati sopra, bperchè ogni difetto discostante dal voluto provoca l’ annullazione dell’ Aprisal non una rivalutazione.
      Bensì una semplice valutazione che è desiderata e che raggiunge un valore adeguato.
      Un po’ come se a scuola ognuno facesse una serie di esami bene ma 1 prendesse 8 un’ altro 9 e un’ altro 10.
      Se non si hanno caratteristiche desiderate anche se nell’ altre si ha valori alti l’ apprisal non viene concesso e exofatto il Boerboel non ne viene riconosciuto.

      Ci sono bellissimi esemplari che nonostante tutto non sono stati riconosciuti e quindi non possono essere messi in riproduzione.

      Si noterà altresì che sempre per questo tipo di selezione documentata e ricercata quando un Boerboel prende la certificazione Appraisal ha sempre un valore superiore all’ 80 83%.

      Chi riproduce Boerboel dunque lo fa solo con altri Appraisal almeno che uno non acquisti per assurdo un Boerboel certificato appraisal e poi lo faccia accoppiare con un’ altra razza, fatto età che ogni figlio che si voglia mettere in riproduzione deve superare il medesimo test indi per cui la storia finisce li.
      Dal Pedigree del cane si può vedere dunque tutti i genitori che hanno tutti superato tale prova e che quindi si può dire veramente essere certificati.

      Nella prova Appraisal vengono inserite anche le varie prove da lavoro in cui c’e’ l’ obbedience per valutare la voglia collaborativa del cane (necessaria per la gestione e per vedere che la selezione anche su quel punto sia stata fatta adeguatamente, ricordo la famosa frase usata per il corso il cane a comando) e di attacchi al figurante dove gli attacchi però vengono effettuati su tutta al figura e non solo sulla manichetta.

      Essendo cani non di moda la selezione è stata fatta sulla funzione e non sulla’ estetica, per questo è possibile vedere un Boerboel diverso dall’ altro (almeno dal punto morfologico sopratutto del volto) ma se entrambi sono certificati significa che fisicamente caratterialmente e attitudinalmente hanno raggiunto gli alti standard voluti.

      Al momento in Italia solo un allevamento si è visto riconosciuto quest’ anno 3 Apprisal per i suoi 3 Compagni (1 maschio e 2 femmine) e quindi solo da adesso dopo quai 4 anni inizia a fare el riproduzioni.
      Se volete un Boerboel e avere una scelta di linea di sangue ecc dovete per forza orientarvi Germania e Olanda (cito le più vicine) le migliori linee ovvio provengono dal Sud Africa ma farsi spedire un cucciolo da la immaginate quanto costa….

      L’ allevatrice che conosco cmq mi ha rivelato che anche in questo campo piano piano sta uscendo le dure leggi della moda, tanto è vero che gli Ultimi Boerboel che ha visto nel raduno ufficiale sono sempre più grandi (non che prima fossero piccoli) ma l’ associazione si è già mossa e difatti si età cercando moltissimo femmine più piccole per non sforare le dimensioni che arrivano poi a compromettere la funzionalità.
      Cmq un Boerboel maschio di 70 kgcon ottime doti atletiche è nella norma anche loro vengono utilizzati per la guida dei Bovini con ottimi risultati.

      Questo è quello che posso dirvi 🙂

    • #45118
      eddiehardcore7
      Partecipante

      ottimo intervento Yuri!

    • #45124
      Anonimo
      Inattivo

      Quelli che ho visto io alla mostra di Pieve Sistina (erao tre) un maschio e due femmine , erano veramente dei cagnoni grossi e massicci, imponenti, non tanto in altezza (tranquillamente sopra i 70 cm) ma per le masse muscolari e l’ossatura, sembravano dei Bul -Mastif gonfiati,Caratterialmente mi sembravano tranquilli e ben socializzati, anche troppo tranquilli e paciocconi (Noor una ringhiatina quando gli è passata vicino l’ha tirata con relativo scapellotto per convincerla a stare tranquillina) speriamo che riescano ad andare avanti e a sottrarsi alla moda, anche se devo dire per esperienza personale, che quando una razza incomincia a partecipare alle gare di bellezza ed andare di moda , piano piano si trasforma, non c’è niente da fare,io penso che il vero allevamento sulla funzione deve stare lontano dalle gare di bellezza, vediamo e stianmo a vedere, intanto auguro al Borboel il massimo che il futuro gli possa riservare come razza, senza dover passare il calvario che ha dovuto sostenere il cane corso, che oramai si sta dividendo in due razze ben distinte sempre più lontane l’una dall’altra.

    • #45153
      cainos
      Moderatore

      Beh sicuramente non partecipavano alla esposizione in quanto i BoerBoel non sono ancora riconosciuti, il problema della moda in se per se non colpisce solo il discorso Expo, o quanto meno non necessariamente.
      può influenzare comunque la selezione.
      I Boerboel sono indubbiamente massicci con forte ossatura e grosse masse muscolari ma devono essere anche Dinamici.
      PAradossalmente posso dire che vista la forte selezione e difficoltà per prendere l’ attestato Apprasail al momento sono la razza più controllata e che difficilmente può darti risultati insperati o brutte sorprese, come invece succede per molte razze oramai contaminate.
      Il Problema è che in Italia al momento solo 1 allevamento ha avuto tali certificati, Andare da un’ altro non ha senso in quanto controproducente e non controllato (che piacciono poi i cani è un’ altro discorso ma non si può parlare di Boerboel)
      Questo però significa due cose importanti.
      1) che tale allevamento riconosciuto dalle certificazioni Apprasail dei soggetti può dare garanzie, ma è anche vero che trattandosi di unico Allevamento presente a mio avviso non c’e’ possibilità di scelta e confronto sul territorio.
      questo non è un demerito dell’ allevamento che potrebbe essere anche il migliore al mondo ma è un dato di fatto.
      per chi no conosce a fondo la razza e conosce la diversità delle linee di sangue e caratteristiche più marcte o meno avere solo una scelta non è un bene.
      Chi invece già conosce le linee di sangue può valutare se le scelte di selezione fatte sono vicino a ciò che si desidera.
      Come detto per avere un’ adeguata scelta bisogna cercare in Germania e Olanda (per citare gli allevamenti migliori e relativamente vicini a noi.

    • #45154
      Anonimo
      Inattivo

      Invito tutti i partecipanti a visitare il sito di Federico sui cane da lavoro cosi tutte le discussioni riguardanti le razze affini al cane corso le potremo fare su quel sito apposito, con grande goduria e divertimento ,Vale

Visualizzazione 13 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.