Scelta di un cucciolo in una cucciolata

Cane Corso Italiano – Carattere, Morfologia e Storia Forum Scelta del cucciolo Scelta di un cucciolo in una cucciolata

Visualizzazione 6 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #45481
      Antonio Cobuccio
      Partecipante

      Salve vorrei sapere come scegliere un cucciolo in una cucciolata. Mi riferisco in generale non distinguendo tra Corso tradizionale o da esposizione, ma intendo solo a livello morfologico (testa, arti ecc). Perché in una cucciolata non tutti sono uguali, ad esempio un cucciolo ha la testa più grande l’altro le zampe più grandi ecc. Grazie

    • #45487
      Mattia
      Partecipante

      Chiedi una cosa che vorrebbero sapere tutti.

      Se dovessi scegliere io (e io sceglierei solo un Corso tradizionale) prenderei il cucciolo che mi sembra più proporzionato e che si muove in maniera più naturale possibile, ovviamente parlando di cani che hanno 2 mesi non c’è alcuna possibilità di valutare realmente il cane, quello che deve essere affidabile è l’allevamento.

      Poi scusa ma a titolo personale ti devo fare una precisazione, dici che non ti interessa tra corso da esposizione e corso tradizionale ma tra i due cani esiste un abisso, non puoi concentrarti sui particolari tralasciando i fondamentali.

    • #45488
      Antonio Cobuccio
      Partecipante

      Io mi sto concentrando sulla morfologia in generale, sulla differenza tra i vari cuccioli della cucciolata. Ad esempio quello con gli arti più grandi forse diventerà il più grande ecc.

    • #45491
      eddiehardcore7
      Partecipante

      [quote quote=45488]Io mi sto concentrando sulla morfologia in generale, sulla differenza tra i vari cuccioli della cucciolata. Ad esempio quello con gli arti più grandi forse diventerà il più grande ecc.

      [/quote]

      Questa cosa in particolare non è sempre vera, il cucciolo che appare più magrolino potrebbe essere cosi solo perchè ha mangiato di meno rispetto ai fratelli!
      Sono completamente d’accordo con Mattia, in primo luogo va definito cosa si sta cercando, cosa possiamo offrire al nostro amico a quattro zampe e poi dove cercare. E’ fondamentale conoscere le modalità di allevamento, cosi come conoscere gli esemplari della linea di sangue (non basta vedere solo i genitori). A quel punto ognuno dovrebbe avere un’idea di Corso e andare a cercare corrispondenza con l’offerta di madre natura per la cucciolata scelta.
      Si sceglie con il cuore e il cane ne risponderà nel migliore dei modi….

    • #45494
      Mattia
      Partecipante

      [quote quote=45488]Io mi sto concentrando sulla morfologia in generale, sulla differenza tra i vari cuccioli della cucciolata. Ad esempio quello con gli arti più grandi forse diventerà il più grande ecc.

      [/quote]

      …o probabilmente il più grasso e displasico.

      Il cane cresce bene in funzione della qualità delle tue cure, di come lo nutri (non di quanto!) e di come lo preservi da infortuni e malattie, un cucciolo di due mesi è come un blocco di àrgilla, ha solo un patrimonio genetico e caratteriale e quella è l’unica garanzia che hai anche tu.

      Ragionare in modo superficiale ti darà la stessa probabilità di successo del superenalotto, prima devi chiarirti bene su ciò che cerchi, il cane “grande” di per sè non ha senso, ci sono corsi incrociati coi mastiff che arrivano a 80 kg ma sembrano delle vacche zoppe quando passeggiano.

      Scusa se scrivo con toni diretti ma cerco di spiegarmi molto bene e di aiutarti nella scelta giusta, perchè un padrone infelice crea un cane infelice e ce ne sono già troppi.

    • #45495
      Anonimo
      Inattivo

      Scegliere un cane nella cucciolata è difficile, da piccoli sono tutti belli e tutti ottimi, io quando ho scelto Noor guardandola in mezzo ai suoi fratelli era la più piccola della covata (e tale si è mantenuta essendo solo 63 al garrese per 49 kg) ma era quella che mentre mangiavano attaccava i fratelli scacciandoli per rubargli il cibo(tanto è vero che Flavio mi disse che era un soggetto da dare solo a chi sarebbe stato in grado gestirla per via del carattere tosto che gia da piccoletta stava facendo vedere) questa dote caratteriale ,sommata al fatto che quando ho fischiato è stata la prima a venire subito da me a sedersi vicino ai miei piedi,senza dare segni di ritornare dai fratelli madre compresa, me la ha fatta scegliere, e per tutta la durata della mia visita (mezza giornata) Noor e sempre rimasta vicino a me non adandonandomi mai, cosa che ha stupito pure Flavio,infatti quando la sono andata a prendere dopo un nese è bastato che mi avvicinassi al recinto facendo il fischio che lei aveva sentito gia da piccoletta un mese prima,e lei è corsa subito vicino a me con grandi feste e addirittura si è seduta sopra i miei piedi e se io facevo un passo lei subito mi seguiva decisa a non mollarmi più ,e gia accennava a ringhietti verso gli estranei per difendermi( fatto da un cucciolo di due mesi e mezzo la cosa è molto comica),e da quella volta è diventata il mio Daimon,non credo proprio che sia un metodo di scelta buono e razionale, almeno non da un cinofilo di vecchia data del mio calibro, ma che ci volete fà, con la Noor è stato amore a prima vista.

    • #45501
      garmas
      Partecipante

      Ciao, concordo pienamente con Valerio. Anche io qualche giorno fa ho dovuto scegliere il mio LUPIN in una stupenda cucciolata di piccoli Corso e come Valerio mi sono affidato al “colpo di fulmine”. Ho scelto il cucciolo che mi sembrava avesse un viso e uno “stile” che mi piaceva e che al mio richiamo per primo si è avvicinato per non mollarmi più. Per adesso sono contentissimo della mia scelta ma solo il tempo mi dirà se crescerà come il Corso che immaginavo…..se non dovesse essere così gli vorrò comunque un mondo di bene…..
      Saluti, Massimo

Visualizzazione 6 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.