TEMPRA

  • Questo topic ha 36 risposte, 9 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni, 10 mesi fa da Anonimo.
Visualizzazione 36 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #46205
      Marco_CCT
      Partecipante

      Ciao a tutti.
      Non so se sul forum avete già discusso sulla tempra del Corso, ma non ho trovato discussioni al riguardo.
      La tempra è l’attitudine del cane a sopportare dolore o in generale stimoli negativi sia fisici che mentali. Il Corso tradizionale quindi dovrebbe avere tempra molto alta, anzi oltre, dovrebbe essere insensibile al dolore (al contrario del Rottweiler ad esempio che tra i molossoidi è quello che ha tempra più bassa) e a qualunque stimolo psicologico negativo.
      Questa caratteristica è necessaria per diversi motivi, anche ovvi. E’ una delle caratteristiche che lo rende secondo me il miglior cane da guardia e da difesa al mondo, nonché un cane polivalente e quindi usato per tutti gli scopi in cui (soprattutto in passato) era utilizzato ed apprezzato.
      Vorrei chiedervi se avete avuto modo di valutare questa caratteristica nei vostri cani, o comunque vorrei avere un vostro parere sull’argomento se lo ritenete interessante.

    • #46206
      Anonimo
      Inattivo

      L’argomento è interessante,io sono al primo corso è non saprei dare un contributo valido come esperienza personale .
      Di sicuro come te hai evidenziato il molosso italiano sia Corso che MN storicamente erano annoverati come tra i cani con una tempra spiccata tanto è vero che è stato utilizzato,non so se vero fino in fondo,il suo corredo genetico per altre razze proprio per trasferire questa caratteristica.
      Ad esempio non credevo che il Rottweiler avesse una tempra bassa rispetto agl’altri molossi.

    • #46208
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao a tutti , effetivamente il Rotty come tempra ne ha un po di meno, ma compensa con un temeramento abbastanza alto,il che lo porta a lavorare molto bene in obbedience,il cane corso quello tradizionale è un animale che non ha una tempra granitica come ad esempio un Mastino Abruzzese (giusto per rimanere in tema di cani Italiani) la sua tempra è di acciaio inossidabile, nel senso che cani forti con una tempra molto forte cosi detta granitica, una volta superata la stessa di soglia si danno per vinti (infatti il granito si rompe) mentre il cane corso anche se più dipendente del padrone, nel momento stesso che vede il padrone in pericolo , attacca e fino a che non ha eliminato il pericolo non molla mai , ed è proprio questa caratteristica di non mollare mai che mi fa dire tempra di acciaio inossidabile, la tempra del corso è una tempra dura aniamta da una grande fiducia si in se stesso, ma anche nel sapere che il suo padrone lo aiuterà sempre in tutti i casi, ed è proprio questa consapevolezza che lo porta a fare cose incredibili,il massimo lo si raggiunge quando unito ad una tempra tosta in un cane si ritrova un temperamento esplosivo( il temperamento è la capacita di reagire velocemente alle situazioni)e li si che si vede il vero cane corso, che in un nanosecondo passa dallo starsene tranquillo e quasi addormentato , all’essere in tensione pronto a scattare in difesa dei suoi umani con uno sguardo duro come l’acciaio, cani di questo tipo possono dare dei seri problemi ad un neofita, ma in mano a gente esperta diventano cani fantastici, cani che al momento del bisogno fanno la differenza.

    • #46210
      eddiehardcore7
      Partecipante

      Con l’arrivo di Giuditta ho parlato di come sono rimasto sorpreso dalla sua non paura, dai primi istanti insieme non aveva dato problemi nel viaggio di circa 300km verso casa, la prima notte in casa non ha fatto un fiato e cosi come i giorni successivi passati, in mia assenza, davanti alla finestra di casa in massima tranquillità.. Vedendo i miei due cani insieme, Cesare chiaramente di originale non troppo rustica, ho avuto modo di apprezzare diverse cose in favore di Giuditta e la sua tempra granitica che il più delle volte rispecchia anche una sua indipendenza. Un giorno Cesare ha preso una spina nella zampa posteriore, ha iniziato a piagnucolare e zoppicare vistosamente, naturalmente subito dopo l’ho tolta e non ha avuto problemi; domenica scorsa con i cani ci siamo arrampicati su una montagna, Giuditta ha preso una spina nella zampa posteriore e ha continuato a camminare non facendo un fiato, ce ne siamo accordi perché non poggiava bene il piede.
      Per me la tempra si rispecchia anche nella diffidenza verso gli estranei e nella non paura davanti a chi non conosce, a tal proposito un paio di settimane fa tornavamo a casa da un’altra passeggiata in montagna. Abbiamo incontrato due estranei che faceva trekking anche se non sapevano bene dove andare, cosi si sono avvicinati per chiedere informazioni su quale strada seguire e uno dei due, più anziano e con un bastone in mano, muoveva l’arnese nell’aria, innocentemente, per indicare quale delle strade percorrere; vi lascio immaginare Giuditta difronte ai due estranei di cui uno con un bastone volante del tutto inconsapevole di cosa potesse provare quell’atteggiamento nei confronti della piccola Giuditta… Alla fine abbiamo proseguito senza danni anche se li abbiamo sfiorati…

    • #46211
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Patrizio io quando sono in montagna a passeggiare, e incontro altre persone , devo prendere la ragazza e tenerla ferma, perche lei nella sua testina pretende che gli altri si scansino di brutto, e incomincia ringhiare gia quando li sente a 300 metri,perche la Noor ha un concetto tutto suo di cosa sia la vicinanza di altre persone in montagna, e 300 metri è il massimo che concede, ho avuto modo di vedere la tempra di Noor durante un attacco ad un Istrice( naturalmente è stata abattuta)era successo che un aculeo si era infilato nel naso di Noor, io ho preso la punta dell’aculeo che usciva dal naso, e con un tirone l’ho portato via, con copiosa uscita di sangue, ho tamponato il naso per 10 minuti, e la piccola emmorragia si è arrestata, poi siamo ritormati a casa(eravano a 5 km) tranquillamente a piedi per il bosco,E Noor direte voialtri? behh la ragazza non ha fatto neanche un guaito quando ho tirato forte per fare uscire l’aculeo, il dolore per lei è una cosa astratta da non tenere in considerazione(attenzione non è che non sentono male solo che non gli danno peso) e questo la dice lunga sulla tempra del cane corso tradizionale,se succedeva ad un altra razza con meno tempra guaiva per tutta la giornata.

    • #46214
      Marco_CCT
      Partecipante

      Grazie a tutti per quello che avete scritto, molto interessante. Ero certo che il corso tradizionale avesse una tempra così (Valerio, molto chiara la differenza tra tempra granitica e di acciaio inossidabile…rende molto bene l’idea 😉 )

    • #46219
      Anonimo
      Inattivo

      Mi ha fatto piacere parlare di una cosa la tempra del cane che di solito ne discutiamo poco,la quale invece è fondamentale per avere a fianco un cane equilibrato e addestrabile, perche il cane corso anche se dotato di grande tempra, è sempre devoto al padrone, cani che sono ottimi guardiani di solito hanno anche una buona tempra, un cane che non si scompone più di tanto di fronte al dolore e agli avvenimenti negativi alla fin fine da meno problemi di un cane nervoso e sotto sotto pauroso, invito i paretcipanti al forum a fare una piccola indagine per vedere la tempra del loro beniamino,giusto per rendersi conto delle qualità del loro cane , giusto per amore di discussione.

    • #46234
      Anonimo
      Inattivo

      Mi sembra di capire che tempra non ne abbiamo, per mancanza di discussione !

    • #46237
      eddiehardcore7
      Partecipante

      [quote quote=46234]Mi sembra di capire che tempra non ne abbiamo, per mancanza di discussione !

      [/quote]

      Esagerato! Ora qualcuno scriverà! Io intanto mi sono prefissato di fare un’escursione in montagna per sabato mattina, saranno come minimo 3-4 ore di camminata e sicuramente qualcosa da raccontare la tirerò fuori..

    • #46238
      Anonimo
      Inattivo

      Colgo la provocazione appena fatta rispondendo con un altra provocazione,la mia provocazione e’: ma quando il corso ha tempra da vendere va’ corretta?
      Ve lo chiedo in quanto king non ancora,spero di non testarlo mai anche per lui, ha reagito violentemente contro uno stimolo sia esso umano o meglio altro cane ,se non a distanza e quando provocato spesso tipo da un pitt bull che tutte le volte sembrano volersi sbranare reciprocamente.
      Con mia moglie, rischiando il divorzio,ci confrontiamo sulle reazioni che tutte le volte king mette in atto verso estranei e cani che non conosce,in quanto lei afferma che king non deve reagire cosi’ per un suo timore di non riuscire a controllare quando e’ da sola con mia figlia e che va’ controllato e deve andare in protezione,mostrando tempra,solo quando lo si comanda….e qui ci siamo sono anche io di questa idea, io lo fermo tranquillamente anche perche’ ho una certa fisicita’ che mia moglie non ha, ma poi a lei ripeto spesso che abbiamo un cane corso e non un carlino e in quanto corso ad uno stimolo di pericolo deve intervenire mostrando tenacia (tempra?) per proteggere il suo nucleo famigliare, anche perche’ a volte il pericolo si puo’ instaurare quando noi non ce ne accorgiamo ma per fortuna il cane si!
      Spero di non aver confuso il termine tempra con velocita’ di reazione, ma mi correggerete voi se ho confuso i termini

    • #46241
      Anonimo
      Inattivo

      Allora la tempra è la capacità del cane di sopportare le situazioni avverse, e questo non comporta il fatto che entra in protezione in un nanosecondo, quello è il temperamento, mi spiego se un cane ha molta tempra ma con scarso temperamento, di fronte ad un altro cane che lo provoca , puo anche decidere che non ne valga la pena e starsene buono, cioè la tempra in parole povere è il lato caratteriale che non fa avere paura al cane, se poi il cane oltre ad una buona tempra ha anche un buon temperamento (che è la capacità di reagire velocemente alla situazioni) allora come gia spiegato il Mix e fantastico, ma ci vogliono persone in grado di gestirlo,ora se il tuo cane reagisce cosi velocemente vuole dire che oltre alla tempra (se avesse paura non attaccherebbe) ha hanche un ottimo temperamento, tu devi dire a tua moglie che avete un cane corso, e da corso si comporta, e se lei ha paura di non saperlo gestire lo lascia portare a passeggio solo a te, del resto mia moglie Noor da sola non la porta in giro per lo stesso motivo, perche dice guiustamente che se gli da un tirone secco la trascina via (Noor la traccagnotta pesa 50 kg)e quando va a passeggio da sola si porta dietro solo il Volpino,Ragazzi il cane corso tradizionale è un animale con i suoi istinti e farlo comportare in maniera diversa è difficile specialmente quando decide che è il caso di andare in protezzione dei suoi cari, se volete un patatone (questo è rivolto alle signore compresa la mia) prendetevi un Golden Retriever.

    • #46242
      Anonimo
      Inattivo

      Per la mia esperienza posso dire che:

      la resistenza al dolore del corso è veramente incredibile, il mio Goran per fortuna non ha mai dovuto sopportare grandi dolori fisici, ma fin dal primo momento mi sono accorto con le piccole cose che praticamente non si accorge di nulla, vedi punture vaccini, inserimento microchip e involontari pestoni sulle zampe. Non se ne accorge, ne deduco che non percepisca alcun dolore, chiaro che parlo di piccole cose ma ho visto molti cani anche grossi guaire per la zampa pestata o per un ago dal veterinario.

      Per quanto riguarda il temperamento così ben descritto da Valerio non saprei dire, immagino che Goran sia abbastanza “cauto”. Giorni fa nella consueta passeggiata in collina abbiamo incontrato un tizio con due simil-labrador. Di solito Goran appena vede altri cani parte in quarta all’inseguimento, in questa circostanza vista la mia presenza e il mio comando di fermo, ha atteso finchè improvvisamente uno dei due simil-labrador ringhiando gli si è avventato contro. Il padrone che mi aveva salutato non ha fatto in tempo a dire “i miei cani sono molto tranquilli non c’è pericolo”. Insomma Goran è stato preso davvero in contropiede, non se lo aspettava, il padrone ha richiamato il cane quindi l’attacco è durato 3 secondi e il cane è tornato dietro al padrone. E’ lì che Goran è partito come un razzo attaccandolo e non ne voleva sapere più di fermarsi, ho dovuto urlare per richiamarlo perché altrimenti lo sbranava. Infine il padrone e corso via coi suoi cani salutando frettolosamente. Non so se l’episodio sia indice di temperamento tranquillo dato che non ha attaccato per primo e sembrava all’erta ma abbastanza calmo alla vista dei due cani.

    • #46244
      cainos
      Moderatore

      BEh cosa posso dire…. Vogliamo affossare ulteriormente la mia Fiutolona 😀

      Comunque No questa volta posso dire qualcosa di positivo.
      Quando ho fatto operare Rondra per le Tonsille Il Veterinario gli ha fatto la famosa Puntura del Coraggio, in pratica Quella che al Seda e la stordisce per poi essere messa sul banco fatta la totale e operata.
      Ovviamente la puntura del coraggio l’ ha fatta con me presente in modo che LA piccola si Sedasse in mia presenza per rendere il tutto più tranquillo.
      L’ ha pesata e fatto la giusta Dose.
      Mi ha detto ora vedrai che piano piano si mette seduta poi si sdraia e poi puoi uscire tempo 5 minuti.
      Dopo 15 minuti Rondra era un po’ barcollante ma Accanto a me e non ne voleva sapere di Andare giù il dottore ha dovuto fargli altre 2 punture non ne voleva sapere.
      Alla fine era veramente fatta Poverina ma fino all’ ultimo non si è Sdraiata.

    • #46247
      Anonimo
      Inattivo

      Grazie Valerio mi hai chiarito le differenze tra tempra e temperamento e capire che sul cane si puo’ lavorare fino ad un certo punto ma poi il corso comunque,se li ha, tira fuori proprio la sua tempra e possibilmente il temperamento se necessario.
      In effetti Valerio il cane lo porto a spasso sempre io e capitava solo l’anno scorso,quando king aveva meno di un anno che uscivamo insieme con moglie e figlia a seguito,pero’ cosi’ il corso con la famiglia al completo immagino,specie con mia figlia di 2 anni e passa,diventa ancor piu’ protettivo e spingere in quel caso il temperamento all’ennesima potenza,questo di sicuro l’ho notato ed anche mia moglie vedeva che era iperprotettivo per la bimba… mi hai chiarito il comportamento di king fuori casa nel rapporto con altri cani(lui se aggredito risponde e non si tira indietro anzi lo devo bloccare) oppure ad esempio di sera ogni persona che gli passa di lato o peggio ancora in lontananza rizza subito il pelo e lo devo anticipare per non farlo partire verso lo sconosciuto,cosa che all’inizio non ci facevo caso e x la rapidita’ di azione mi prendeva alla sprovvista,in effetti e’ una razza che se non si conosce bene puo’ riservare spiacevole soprese!
      Salvo se ho ben capito.

    • #46249
      Fabriziooo83
      Partecipante

      Ciao a tutti!
      Io purtroppo, o per fortuna, non ho ancora molto da raccontare.. Il mio Aris ancora ha 6 mesi.. Non so se già dovrebbe avere dei comportamenti particolari..
      Devo dire però che quand’è fuori in giardino (1000 mt tutto intorno alla casa) abbaia raramente e quando lo fa o è per qualche gatto (gli si rizza il pelo tipo dragone…) o per qualche passante..
      Se siamo in casa e lui è con noi (io e mia moglie.. Niente figli.. Siamo una giovaneo coppia) quando sente sbatyeresbattere il cancello fuori si alza subito e si mette davanti la porta d’entrata per vedere se entra qualcuno..
      Qualche volta è capitato quando lo porto ogni tanto a passeggio li in zona.. Se vede qualcuno da lontano lo punta e qualche volta gli ringhia..
      Dunque non saprei se è questione di età ( sei mesi e mezzo..) o è proprio un patatone…

    • #46250
      Fabriziooo83
      Partecipante

      Non alza neanche la gamba ancora quando fa pipi.. 🙂
      Quindi deduco che ancora il “carattere ” si debba formare..

    • #46252
      Anonimo
      Inattivo

      Certamente il cane corso quando è im passeggiata e ha al seguito i suoi banbini entra in protezione molto più vrlocemente e rapidamente,e di questo se si va in una zona trafficata da molte persone bisogna tenerne conto, stessa cosa nelle ore serali o al mattino presto dove è ancora buio, li il Cane corso da bravo cane da guardia sta allerta perche il cane da guardia di notte al buio si allerta maggiormente e non dorme mai , in pratica non si fida di nessuno,anche quando sembra che dormano di notte sono allerta praticamente non dormono, ecco il perche di giorno si addormentano al sole, recuperano il fatto di essere stati svegli tutta la notte, ed è un comportamento insignito nel DNA del Cane corso, giusto un esempio per farvi capire come ragiona un cane corso, questa estate ero in montagna con la famiglia Noor e Spitz compresi, e mi ero fermato a mangiare in un chiosco, si è avvicinato un bambino di circa due anni(la madre disattenta chiaccherava con una sua amica) io ho ordinato a Noor di giocarci tranquillamnte(è abituata ai suoi bambini ,della serie nipotini)e mentre il bambino giocava seduto vicino a Noor io ho continuato a mangiare tranquillo, poi è successo che la madre si e accorta che il bambino era vicino al cagnone e gli tirava le orecchie,allarmata si è avvicinata per prendere il bambino, e la Noor è andata in protezine del bambino con una bella ringhiata alla mamma!! mica sapeva che era la madre !naturalmente al mio intervento si è calmata e la madre disattenta ha potuto recuperare il suo pargolo, questo per farvi capire che una volta accettato il bambino (sempre perche lo volevo io) lei lo proteggeva, e la cosa è successa in un paio di secondi, morale della favola quando siete in giro tenete sempre d’occhio il vostro cane, specialemte quando sembra tranquillo in mezzo a molta gente, perche loro sono sempre all’erta, e se decidono che ci possa essere un pericolo per voi, entrano in azione, e non sempre è il caso.

    • #46253
      eddiehardcore7
      Partecipante


      Anche se scontato mi piace sottolineare come in passato la tempra è stato uno degli elementi selettivi per la scelta di riproduzione dei migliori esemplari. I cani non validi non venivano presi in considerazione, la mancanza di un elemento cosi importante avrebbe pregiudicato il lavoro o addirittura la vita dei padroni, degli animali e cose su cui avrebbero poi vigilato..!

    • #46255
      Anonimo
      Inattivo

      Ottimo intervento di Patrizio per sottolineare appunto questa cosa, il Cane corso è stato selezzionato per avere determinare caratteristiche di tempra e temperamento, e sono appunto tali caratteristiche che in caso di bisogno fanno la differenza su razze a volte più gestibili (anche se è il cane da guardia più gestibile al mondo) ma che se viene il bisogno sono perfettamente inutili allo scopo, immaginatevi cosa farebbe la mia Retriever se venissero i ladri?

    • #46256
      Anonimo
      Inattivo

      Buongiorno, è andata via un pezzo della mia vita e per trovare distrazione di tanto in tanto leggevo le discussioni aperte sul forum ma sinceramente non avevo la testa per parteciparvi. Ma questa è un’altra storia. Oggi va meglio e sento di dire la mia (come sempre polemico). Non ho mai testato la tempra del mio cane, i soli indizi che ho sono che non ho mai sentito un cai, e dal veterinario non fa una piega qualsiasi cosa gli faccia, non si è mai ammalato per quanto vive all’aperto, e comunque è risaputo che i molossi hanno una soglia di dolore molto alta, del resto non saprei tempo vedendo. Ho letto molte cose interessanti alcune non le condivido altre le trovo attinenti. La mia visione del cane corso, anche se penserete che non avendone uno tradizionale non posso dire più di tanto; non è detto che arriverà, tradizionale o expo io la vedo così. Intanto il cane ha ragione di vita al fianco del suo padrone e non l’inverso, lui deve fare ciò che io gli chiedo, non capisco se si sottovaluta questo animale o se ci fa piacere sopravvalutare le sue doti caratteriali. Ci può stare che in passeggiata veda delle persone e si metta in attenzione, ma se io gli dico ok tutto bene lui deve smettere di ringhiare ed abbaiare fermo restando che continui a restare vigile; altrimenti cosa si vuol fare intendere che andiamo in giro con una tigre inferocita o un cane ? Poi è certo che il cane vede o negativo o positivo, bianco o nero, ma questo sta anche a noi rafforzare il negativo o il positivo, mio zio per lavoro addestra cani, e in un post di Valerio ho quotato una sua frase che mi ripete spesso mio zio, SONO I PADRONI CHE VANNO ADDESTRATI NON I CANI. Il cane deve essere indirizzato nei comportamenti (ecco la mia passione per Skinner), secondo voi i nostri cani non sono capaci di discernere una persona che può arrecarci una minaccia da un semplice postino? Io dico di si, loro leggono e ci leggono, ci studiano e noi non lo sappiamo; il modo di muoverci, colgono sfumature che noi neanche ci soniamo, odori ormonali che non ci sfiora neanche la mente, e molto probabilmente riescono a sentire anche i nostri battiti cardiaci. Ecco perché reagiscono prima che noi possiamo rendercene conto. Posso anche capire la territorialità, ma si deve limitare all’abbaio e al fermarsi statuari ha fissare chi è venuto al cancello (ok qui ci sono io se vieni ancora avanti sono cacchi tuoi), se il proprietario non c’è a casa allora spetta a lui prendere le redini della situazione. Mio zio mi raccontava della particolarità di un cane corso che aveva addestrato( forse comune a tutti i corso?), nello scavalcare il muretto di cinta il cane si posizionava sotto e seduto non sferrava alcun attacco, appena messa una gamba al di là del muretto prontamente l’afferrava e si tirava dentro il figurante(malcapitato) mo te sbrano. Riguardo al rapporto con altri cani anche il mio è asociale abbaia e ringhia indiscriminatamente tutti i cani che incontra, piccoli, grandi e di qualsiasi razza; io l’attribuisco al fatto che vive sempre in campagna e quindi non mi sento di correggere questo comportamento, certo è che , come ho letto dalle discussioni, quando mi trovo davanti un pit per buona coscienza evito il protrarsi della schermaglia al più presto, di sicuro anche un tradizionale non ne uscirebbe intatto da una zuffa . Poi leggo la soglia di dolore di un rotweil, lasciatemi dire che è un signor cane e quando parte non è secondo a nessuno. Ho letto anche la storia di Valerio del bambino che gioca con la sua corso, dopo che le hai detto ok non ci sono problemi, all’avvicinarsi della mamma il cane si è messo in protezione; mi è stato detto che quando hai cani di carattere difronte non chinarti mai di petto e guardandoli negl’occhi, per loro equivale ad una sfida, non penso che la mamma impaurita abbia guardato il cane sulla schiena e si sia posta di fianco, potrebbe starci come spiegazione alla reazione. Il mio cane quando parlo con il contadino confinante si mette tra me e lui di traverso e osserva tanto lui che me, non so cosa farebbe se io lo incitassi all’attacco(sarebbe da irresponsabile). Infine quando Cainos parlava del Caucaso ho sempre detto che ammiravo questo cane ma non lo avrei mai preso perché poco addestrabile e indipendente; per dire che preferisco cani che io devo poter gestire e controllare senza spiacevoli sorprese.
      Scusate per la lungaggine ma ho recuperato i giorni di silenzio. Maurizio

    • #46258
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Maurizio,secondo me hai travisato alcuni momenti della discussione che era in primis la tempra e poi è stato chiarito il concetto del temperamento.
      Siccome sono stato io a parlare del pitt bull ti confermo,come già scritto nel mio post,che non voglio testare il temperamento del mio cane anche per il suo bene e infatti me ne sto a debita distanza,punto secondo Maurizio una delle caratteristiche del cane corso,quello cazzuto,è che ha uno spiccato impulso alla lotta (che chi più chi meno hanno tutti i molossi storicamente parlando)come daltronde il pitt, e piacere o non piacere lui non si intimorisce affatto davanti ad un pitt bull,diversamente come è successo in un episodio da me riportato proprio in questo forum dove un corso della selezione moderna si è messo a zampe all’aria alla vista del pitt bull che gli alitava in faccia…con lo stupore di chi era presente! Sara’stato il cattivo alito del pitt a stendere il corso 🙂
      Non è in discussione la gestione del cane..certo che il cane deve conoscere in noi il capobranco e che deve fare quello che dice lui stesso ,ma di fronte ad un pericolo anche quando il padrone è ignaro deve svolgere le sue funzioni mettendo in atto il suo temperamento,se no se un ladro entra in casa in assenza del padrone ed il corso non attacca perché non gli viene ordinato di farlo…è un paradosso ma spero di aver reso l’idea.
      Proprio oggi al rientro dal giro due ragazzi mi venivano incontro,king li fissava era tranquillo ma in protezione,uno dei due secondo me lo fissava insistentemente negl’occhi e king voleva lanciarsi solo verso il ragazzo che lo fissava ,io non gli ho fatto i complimenti credimi è l’ho rimproverato,ma cristo capisco che sti ragazzi erano attratti da king ma la prima cosa da sapere e’non fissare negl’occhi determinate razze di cani perché può rappresentare un problema!
      Ultimo esempio,è successo tutto oggi,ho reincontrato una ragazza col suo malinos,si scrive così?,che non vedeva da circa un anno beh king era uno zerbino con sta ragazza ….
      Altra fregatura del corso mettiamola così è che non è come il pitt bull che fa un cazzo di casino quando vuole attaccare un altro cane,il corso fa meno sceneggiate napoletane attacca e basta facendo più un verso gutturale…almeno king si comporta così!
      Quindi sulle persone come da te riportato difficilmente vedrai abbaiare e ringhiare come un forsennato il corso… ed è li,come diceva Valerio,si deve stare attenti e gestire il cane come tu giustamente dicevi !

      Ps:parlo per me il lavoro sul mio cane cerco di farlo,infatti umilmente sono in questo forum per carpire il più possibile su questa razza da chi ne sa più di me tipo Valerio,e spero di ottenere i risultati giusti.
      Sugli addestratori,è non parlo di tuo zio,ce ne sono di ciarlatani in giro che sfilano soldi alla gente!
      Senza collera Maurizio ma per amore di discussione
      Antonio

    • #46260
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Antonio, ma figurati e normale che tutto ruota su amor di discussione, poi giusto per tenerni sulle tue rime ognuno con il proprio cane ci fa quel che cazzo gli pare. Io ho espressp un mio concetto estrapolando spunti e scrivendo cose che forse contrastano con il pensiero comune del forum, ma allora se tutti concordano nella stessa tesi viene meno la discussione, una sorta di regime monocratico. Credo nella libertà di espressione che genera confronto costruttivo o meno che sia. Riguardo al caciaro del pit abbiamo conosciuto soggetti diversi, quelli che conosco io sono silenziosi e immobili poi d’un tratto mollano un morso e non li stacchi manco a castrarli. Non ho detto che il corso sia da meno ho detto che in una baruffa, ANCHE, ANCHE il corso non ne uscirebbe indenne. Ho solo preso spunto da un tuo episodio. Lasciamo stare il corso’moderno’ sottile ironia, non è detto che un’estate non ci si possa incontrare in puglia e li lasciamo liberi di giocare, non al guinzaglio. Ribadisco esprimo un mio concetto di cane corso o meno che sia ma sempre nel rispetto di tutti i cani, anche se capisco che qui la discussione è monotematica.
      Poi sarò uscito fuori tema, capita a tutti, ma sulla tempra che c’è da dire oltre che non trovi qui sul sito nella descrizione del cane corso tradizionale? Che faccio saggiamo i nostri cani ficcandogli un chiodo nel….. piede o gli diamo un calcio nelle balle per vedere di che tempra è fatto? Vivendo scoprirai.
      Senza rancore giusto per amore di discussione.

    • #46261
      Salvatore
      Partecipante

      Salve a tutti, volevo riportare la mia esperienza….
      Non so se Romeo sia tradizionale o meno, l’ho preso da un ragazzo dopo aver visto i genitori e senza sapere ancora della differenza tra le tipologie, come è capitato ad altri del forum. Comunque, sia la madre che il padre non hanno pedigree ENCI, ma non conosco le loro linee di sangue.
      Romeo ha tutte le caratteristiche fisiche del tradizionale (dentatura ortognata,canna nasale lunga, testa imponente ecc.) ma caratterialmente ha meno temperamento o almeno non ha mai ringhiato o sbranato nessuno. Diciamo che in 16 mesi l’ho sentito abbaiare solo 4 volte e solo una volta ringhiare, aveva 4 mesi, mio fratello gli dava fastidio e lui gli ha ringhiato contro,poi non l’ha più fatto, neanche verso altri cani o animali. Posso dire che è un gran coccolone con la famiglia, meno con gli sconosciuti umani adulti, appena ne vede uno o un altro cane si mette in attenzione al mio fianco ma non va oltre. Con i bambini anche se sconosciuti, è molto tollerante e si fa accarezzare senza problemi, se son molto piccoli si abbassa pure.
      Fin’ora non mi ha mai dato problemi di aggressività, qualche mese fa ha avuto dei problemini con un Boxer con cui è cresciuto e con cui giocava di continuo, improvvisamente per via di un morso subito, ha tagliato i rapporti ed evitava di starci rifugiandosi dietro di me, cosa che non mi piaceva affatto. Da poco ha ripreso a farci la lotta e in un batter d’occhio lo butta a terra e lo afferra sul gozzo, senza stringere e sempre per gioco.
      Tornando alla tempra, che è l’argomento in discussione, posso dire che ne ha da vendere.
      Una volta correva in campo aperto come uno scalmanato e non accorgendosi di una corda tesa(era una pista per cavalli) ci ha sbattuto col collo, ha fatto una capriola in aria ed è atterrato sulla schiena, io stavo già pregando in tutte le lingue del mondo, ma lui senza colpo ferire, si è rialzato e ha continuato a correre come se niente fosse.!!! Un’altra volta mentre giocava ha attraversato improvvisamente la strada e una macchina l’ha urtato con l’anteriore, fortunatamente non andava veloce, ma il colpo c’è stato, anche stavolta lui non ha battuto ciglio, è venuto da me e ha continuato a giocare. Idem per i prelievi del sangue, il veterinario si è presentato con i rinforzi pensando al peggio (Romeo è 75-78 al garrese per 55kg) invece non si è accorto di nulla nonostante i 6 buchi fatti perché fuoriusciva poco sangue dalle vene.
      Ho notato inoltre che non sente la fatica (ogni domenica facciamo 10 km nei boschi e lui corre e caccia tutto il tempo senza fermarsi mai.
      Per ora posso riportare solo queste esperienze, concludo dicendo che essendo la mia prima esperienza con un cane, la sua resistenza al dolore mi ha impressionato davvero tanto.
      Un saluto a tutti,

      Salvatore.

      PS: vi leggo spesso anche se non sempre scrivo, son contento dell’arrivo di Maurizio, avvia degli argomenti interessanti e si denota la sua passione per i cani, una nota critica rende le discussioni più coinvolgenti ed interessanti.

    • #46262
      Anonimo
      Inattivo

      Allora non confondiamo l’addestramento con la predisposizione del cane alla difesa , nel caso del bambino se avete compreso bene Noor era con il bambino tranquilla , e quando ha visto avvicinarsi un estraneo che poi era la madre del bambino, ha subito fatto capire alla donna di stare a distanza,ma è cosi che deve fare!ed è bastata una bella ringhiata per fermare la donna, il cane corso tradizionale è gia un cane a comando di suo, non ha bisogno di tanti addestramenti, sa gia come comportarsi, logicamente dopo la ringhiata io ho calmato Noor con un una pacca sulla spalla, e ho consegnato il piccolo alla madre,ma Noor ha sempre puntato la donna(e non è piacevole vedersi quegli occhioni Giallo oro addosso) fino a quando si è allontanata, normanlemte quando vado a vedere i cani super addestrati di UD per lo più vedo dei cani che giocano con una manica e i loro attacchi sono solo giochi , tanto è vero che ho dei seri dubbi se al momento del bisogno siano veramente efficaci,l’ultima volta che durante una manifestazione circa 15 anni fà ho lanciato un mio maschio contro un figurante (si chiamava Arion ed era un animale forte di 57kg agile come una pantera), il poveretto a momenti se la faceva addosso, perche il cane una volta afferata la manica e sentendo il duro della protezzione , ha girato sotto il braccio ed ha afferrato il figurante alla gola(dove sapeva che lo poteva neutralizzare) e si è fermato al mio ordine con il collo del poveretto in bocca (ci vogliono almeno due anni di addetramento per ottenere tali risultati)finita la faccenda il figurante ripensandoci(a botta calda aveva chiamato Arion cane killer) mi ha detto che effetivamente quel cane nel momento del bisogno era il cane che faceva la differenza e ti salvava la vita , e che Arion aveva avuto la prontezza di fermarsi con il suo collo in bocca e girarsi verso di me attendendo ordini un attimo prima che io urlassi il fermo, segno di grande equilibrio mentale e grande tempra(praticamente secondo Arion non era il caso di finirlo perchè era gia stato neutralizzato) questo per dire che il cane corso tradizionale quando difende ed è nel pieno della sua maturità cioè un adulto, non dei cuccioloni, sa sempre da solo come comportarsi e che raramente si sbaglia,io con il tempo ho imparato a fidarmi del cane corso tradizionale.PS Arion nel giro di un giorno era diventato l’eroe del campo di UD e credo che il filmato sia ancora in giro, Arion era uno stupendo Formentino molto chiaro e me lo scambiavano tutti per un cane bianco.

    • #46264
      Fabriziooo83
      Partecipante

      Mi chiedo e vi chiedo, a quale età dovrebbero iniziare a vedersi tali caratteristiche? (tempra e temperamento)
      Si parla di mesi o di anni?

    • #46265
      Anonimo
      Inattivo

      Vedo cani che giocano con una manica……

      Si è fermato al mio ordine..

      effettivamente giocano con una manica, poi sta al figirante far scattare la vera aggressività, ma lo scopo reale e quello di avere un cane che risponda ad un comando e non insegnargli a mordere che è una dote innata anzi atavica, e spesso l’errore che faccio anche io e quello di urlare al cane il fermo, nell’attacco il cane non ci sente e urlare o toccarlo lo incita ancor di piu. Salvatore dalle prime righe che ho letto secondo me hai un cane con un buon carattere, equilibrato e CONSAPEVOLE DEI PROPRI MEZZI, sono sicuro che se dovesse presentarsi la situazione vedresti un cane che non ti aspetteresti. Come hai raccontato la tempra si vede da episodi che vivendoli tiri fuori le conclusioni.
      Oggi il mio cane è stato fuori sotto la pioggia tutta la giornata, è tutto infangato e stanco morto, se nei prossi di non si ammala allora anche lì valutero la sua tempra.
      Leggo sulla presentazione del corso, su questo sito, docile, buono con i bambini, equilibrato.

    • #46266
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao maurizio chiarisco alcuni tuoi chiarimenti, figurati con te ci discuto bene e sei da stimolo al forum dando un altro punto di vista. Volevo puntualizzare alcuni passaggi che hai riportato e che potevano essere fraintesi per qualcuno ,tipo l’episodio del pitt bull e che ho voluto riprenderlo per sgombrare ogni dualismo tra corso e pitt per chi legge queste discussioni per la prima volta.
      Io per fortuna di pitt bull ne ho visti solo in tv tranne il cane che ti dicevo prima (francamente cani che a me non piacciono),cane che fa’ un fracasso infernale quando passo con king e che purtroppo in king non fa altro che tirare fuori cio’ che e’ in lui e nel suo DNA,ed i proprietari dei pitt bull( non tutti per inteso) dovrebbero tenere a mente e fare btesoro cio’ che dicevi “SONO I PADRONI CHE VANNO ADDESTRATI NON I CANI”!
      Comunque king deriva da linee di sangue che hanno la fama di essere con le palle…non so’ se vere ma la nomea nel mio contesto cittadino dice cio’e king si sta dimostrando tale!
      Poi non sono io a dire quale corso e’ tradizionale o meno,io sul mio ad esempio non ho la certezza che fa parte del versante tradizionale o meno le foto ci sono e non sono io a giudicare,di sicuro il carattere lo ha e lo mette in campo!
      Per quanto mi riguarda la discussione in questo forum non e’ monotematica e’ giusto parlare delle due tipologie di corsi ma pero’ bisogna accettare le differenze tra le due tipologie che non sono solo morfologiche ma sopratutto caratteriali e ti dico di piu’ con il senno del poi mia moglie avrebbe scelto non king ma un cane da expo in quanto spesso siamo in disaccordo in famiglia su cosa deve o non deve fare il corso.
      Qui non si discuteva su come intende gestire il corso perche’ uno lo fa come meglio crede, ma piuttosto analizzare tempra e temperamento su ognuno dei nostri pelosi.

      PS:se ci dovessimo incontrare in puglia e’ piu’ facile che stiamo noi senza guinzaglio a scolarci una bottiglia di vino piuttosto che i nostri cani 🙂

    • #46267
      Anonimo
      Inattivo

      Rispondendo a fabrizio nel cane corso , ma anche nelle altre razze in generale i maschi incominciano a prendere considerazione della loro forza dagli otto mesi in avanti, e a volte cambiano carattere di colpo da un giorno all’altro, infatti io consiglio sempre di tenerli d’occhio verso quell’ età, nelle femmine la cosa è più subdola in quanto una fenmmina di carattere gia a tre mesi se vuole fa vedere di che pasta è fatta e naturalmente di solito non la si prende in considerazione vista la tenera età,ma poi di colpo capita che ….

    • #46269
      Anonimo
      Inattivo

      Sono d’accordo meglio una bottiglia di vino e una scorpacciata di pesce (se ti piace). Il riferimento non voleva essere una critica a te tantomeno al tuo King o alla circostanza. Ho preso spunto dal pit solo per dire che fermo restando tutte le caratteristiche del corso non si possono far passare altre razze di cani come pupatoli, quando meritano la giusta considerazione, vedi pit o rotw. E poi se sono arrivato al corso (expo o tradizionale) vorrà dire che apprezzo questo cane più dei due che ho menzionato. Tutto qui.

    • #46270
      Fabriziooo83
      Partecipante

      Capito..! Quindi ancora diciamo che è nei tempi “giusti” avendo 6 mesi quasi e mezzo..
      Anche se già qualcosina si intravede dato che quantomeno è sempre sul chivalà.. E qualche ringhiata qua e là si sente..
      Qualche abbaio..
      Il pelo rizzato..
      La soglia del dolore l’ho potuta constatare con l’operazione che gli hanno fatto (riposizionamento terza palpebra ad entrambi gli occhi).
      Non è stata una cosa da poco.. Un sacco di punti per ogni occhio e, trascorsa l’anestesia totale, mai un guaito o un lamento.. Niente di niente..

    • #46271
      Anonimo
      Inattivo

      Certo che mi piace il pesce ,son figlio di pescatore! Secondo me sarai molto soddisfatto del tuo corso Maurizio perché è una razza che da tanto….e qui sono sfacciatamente di parte in quanto Maurizio io non ho l’esperienza che hai te visto le tante razze che hai avuto prima di boris e credo che ci potrai raccontare bene le differenze tra le varie razze da te possedute!

    • #46272
      Anonimo
      Inattivo

      È come afferma Valerio, intorno 8/9 mesi, soprattutto in coincidenza con la fase ormonale, testosterone, da qui in poi cambiano anche la voce e l’aspetto fisico, ne più ne meno di quanto accade per gli umani nela fase della pubertà momento delicatissimo anche per i cani.
      Per le femmine, cani, mi affido a quanto detto da Valerio dal momento che nella mia vita ho avuto solo una femmina. In genere dovrebbe esserci anche uno slancio (spurt) in crescita e non è infrequente vedere il cane che tende a inciampare ho scoordinato, per via dei nuovi parametri di crescita quindi riorganizzazione motoria, naturalmente dura poco.

    • #46273
      Salvatore
      Partecipante

      Grazie Maurizio,
      Spero proprio che sia come dici tu.Ad oggi son molto soddisfatto di lui,riesco a gestirlo in qualunque situazione e questo mi rende sereno. Anche durante la passeggiata di stasera, eravamo al buio e dall’altro lato della strada è passato un ragazzo,Romeo si è fermato, si è messo sull’tensione col petto in fuori e rigido come una statua,l’ha seguito con lo sguardo finché non si è allontanato. Questi episodi capitano spesso, ma di ringhiate, abbai o aggressività non gliene ho mai visto, mentre da quel che leggo sul forum un corso dovrebbe farne.
      Questo mi confonde un pò, per il resto sono super soddisfatto.
      Un saluto a tutti,

      Salvatore.

    • #46276
      Anonimo
      Inattivo

      Ciao Salvatore, la tua confusione ci può stare e qui troverai risposte che tu valuterai in funzione di ciò che chiedi al tuo cane. L’importante è che non confondi mai il tuo cane, ricorda che per lui o positivo/negativo o bianco/nero le vie di mezzo gli portano solo confusione. Spero che dopo lo stato di attenzione quando il tipo sull’altro marciapiede è passato tu gli abbia dato una leggera pacca sulla spalla con un bravo e stop, giusto per rafforzare quel comportamento. E spero che tu sia fiducioso nel tuo cane perché lui come tutti i cani vivono esclusivamente per compiacere il proprio padrone. Poi leggo che sei soddisfatto e felice di Romeo e allora che ti frega se và in giro ringhiando e abbaiando a chiunque gli capiti a tiro? Sono sicuro che alla circostanza diventa una belva anche se ti auguro di cuore di non trovarti mai in una simile situazione. Il più delle volte qui si scrive per potenziali avvenimenti che potrebbero verificarsi ma che il più delle volte mai un cane si trova realmente ad affrontare. io per una serie di coincidenze mi ritrovo con un corso da expo quindi sono l’ultimo a poter dire su questa razza esprimendo pareri cinofili in generale, di sicuro sentirai altre campane molto più competenti di me, prendi ciò che ritieni meglio per il tuo Romeo che dalle foto deduco sia un bel cane.
      Buonanotte

    • #46277
      Salvatore
      Partecipante

      Ciao Maurizio,
      La mia confusione nasce dal fatto che Romeo ha le fattezze di un tradizionale ma un comportamento più morbido rispetto a loro. Però sinceramente parlando la confusione inizia e finisce li, son contento che sia come sia perché mi posso permettere di portarlo ovunque e tenerlo anche slegato, basta un mio fermo e lui sta dov’è, anche in presenza di altri cani. Ovviamente quando lo merita viene ricompensato con delle pacche e dei bravo, quando sbaglia mi basta un No.
      Ciao Maurizio, a presto e buon fine settimana.

      Salvatore

    • #46278
      Anonimo
      Inattivo

      Grazie Salvatore anche a te.

    • #46289
      Anonimo
      Inattivo

      E’ vero. spesso si disquisisce di situazioni che un cane mai si troverà ad affrontare. Ciò che conta è che si è soddisfatti del proprio cane e ancor più che lo sia il cane del proprio padrone e della vita che conduce.
      Il mio Goran sembra essere molto equilibrato, non è un ringhione né un abbaione, pur vivendo libero in campagna è stato socializzato molto bene, ma tutti i piccoli segnali come la sua attenzione ad ogni rumore o sospetto, le scaramucce territoriali con alti cani, le sue ronde notturne e l’attaccamento viscerale che ha con me e la famiglia, mi fanno pensare che per quanto buono e calmo sia, se mai dovessi trovarmi in una situazione di reale minaccia sarebbe capace di fare a pezzi lo sventurato di turno. E lo farebbe fino alla morte, fino all’ultimo spasmo di energia che ha in corpo. Questo per me è il cane corso.
      La sua funzione a mio parere dev’essere sopra ogni cosa da deterrente e da allarme, perché se parliamo di situazioni estreme e ben reali, tutto diventa molto relativo. Se un malintenzionato vuole entrarti in casa, ci entra, cane o non cane. L’uomo ha purtroppo infiniti modi per neutralizzare un cane se vuole farlo ed è preparato per questa eventualità, per cui i nostri amati corsari è bene che non abbiano mai da trovarsi in situazioni veramente brutte.
      Certo è che per circostanze occasionali e fortuite, un vero corso è anzitutto un deterrente fenomenale e all’occasione anche un potenziale intervento risolutivo, ma restiamo nell’ambito della pura speculazione.

Visualizzazione 36 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.