Come comportarsi dai 10 mesi in poi

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #49299
      Tullio
      Partecipante

      Salve a tutti ho già parlato con Valerio ma mi piacerebbe discuterne anche con voi. Ho un cc di 10 mesi che tenta la scalata gerarchica già da un po’. Sa stare al passo ma quando vede un altro cane si fionda, monta i cani maschi e le persone che entrano in casa, se varchi il suo giardino inizia a saltarti addosso per giocare,la sera dentro casa vuole giocare senza tregua al tira e molla, coda alta h24, dal veterinario entra senza problemi con la sua fierezza, non ha davvero paura di nulla e già dall ottavo mese alza la gamba per la pipì. Manco a dirlo che non si può avvicinare nessuno al cancello di casa ma vorrei capire se sto sbagliando nell educazione e dove, come fare per attirare la sua attenzione su di me quando siamo in giro. Molti dicono che poi si calma, è vero? Altra cosa il mio veterinario è contrario all addestramento alla manica

    • #49300
      Mattia
      Partecipante

      Ciao,

      in pratica hai un cane al quale manca una guida e quindi prende qualsiasi iniziativa che gli venga in mente, in pratica decide lui tutto e voi vi limitate a dargli il cibo, scusa la franchezza ma è ciò che hai descritto.

      Se vivesse con cani adulti non gli permetterebbero mai di comportarsi così, lo reprimerebbero duramente.

      Ti faccio delle domande che aiuteranno Yuri e tutti gli altri che vogliano consigliarti:

      Che esperienza cinofila avete, a parte questo cane?
      Fate condotta al guinzaglio?Come?
      Il cane mangia prima o dopo di voi?
      Entra ed esce prima o dopo di voi?
      Quando monta la gamba cosa fate?
      Monta i cani maschi cosa vuol dire?Quali maschi, perchè se ci prova con un maschio adulto prende una ripassata che se la ricorda per sempre!

      Voglio tranquillizarti, si risolve tutto, non hai un cane problematico, è solo un cucciolo sbruffone che va rimesso al suo posto.

    • #49301
      Tullio
      Partecipante

      Grazie per la franchezza. So di non avere un cane problematico ma volevo avere altre testimonianze perché questo è il nostro primo cane da guardia. In passato abbiamo avuto cani da caccia, ho cercato in questi mesi di farmi una cultura cinofila ma le diverse scuole di pensiero mi hanno spaesata e non poco. Un educatore cinofilo che lo ha visto ha detto che è un disastro e che fra poco diventera ingestibile, io vedo solo un cane buono che fa lo sbruffone anche perché non mi ha mai dato problemi di nessun tipo. Comunque chiedendo fin da subito consiglio al vet, mi ha detto che non c era bisogno di un corso di addestramento ma che siamo bravi ad educare i cani. Attualmente abbiamo un addestratore che ci sta insegnando condotta con collare a strozzo e senza premi. Le cose sono migliorate ma appena mi lascio andare, ritenta. I cani che ha montato sono adulti di taglia grande , ci ha preso una sgridata ma l ho sgridato di più quando ha montato la gamba di una mia amica, in quel caso è stato a cuccia per un po’ . Molti usano altri metodi più gentili , secondo te funzionerebbero? Ps ovviamente esce dopo di noi e mangia dopo di noi

    • #49304
      Mattia
      Partecipante

      Io ho un cane che a 5 mesi ringhiava in casa a me e alla mia fidanzata e non permetteva a nessuno di avvicinarsi, nemmeno di famiglia, ora ha un anno e mezzo e con noi è un amore, certo rimane diffidente con gli altri ma lo gestiamo bene ovunque, se ci sono riuscito io puoi farlo anche tu.

      Posso dirti che non esistono metodi gentili nel linguaggio cinofilo, esistono metodi che funzionano e quelli che non funzionano, per funzionare deve essere un messaggio molto chiaro, deve essere coerente e soprattutto deve arrivare da
      Un padrone che ha la fiducia del suo cane, la fiducia è tutto.

      Ovviamente alzare le mani, urlare ed arrabbiarsi, perdere la calma sono i metodi migliori per farci considerare inaffidabili e perdere autorità, bisogna essere imperturbabili anche quando ci fa arrabbiare, calmi e soprattutto coerenti, tu dici che quando ti rilassi lui ricomincia, questo ti insegna che non dovrai rilassarti MAI, quella che dai è un’educazione e non una medicina, devi portarla avanti per anni, adattandola ai progressi del cane.

      Lascia stare gli educatori cinofili moderni da biscottino, clicker e metodo gentile, vanno bene per i cani da agility, il Cane Corso andava in guerra al fianco delle legioni romane, ha bisogno di gente esperta e sensibile che interpreti i suoi atteggiamenti.

      Se hai trovato un istruttore che ti convince non chiedere pareri al veterinario, a tizio e caio, fidati di lui e vai avanti con lui, poi valuterai i risultati mese per mese, se non arrivano cambierai istruttore.

      Vedrai che con una condotta al guinzaglio efficace ( usciamo di casa, si cammina spediti e non ci si ferma MAI fino a che non siamo arrivati alla zona di svago, dopodichè gli allunghi il guinzaglio e lo lasci annusare dove vuole, quando ha finito lo accorci e si riparte verso casa senza nemmeno mettere il muso in terra) non avrai più bisogno di correggerlo su tutte le altre cose perchè acquisendo considerazione e rispetto automaticamente ti considererà una guida e smetterà di fare il bulletto, ti basterà un richiamo vocale quando sgarra.

      In bocca al lupo.

    • #49305
      cainos
      Moderatore

      Ciao
      Mattia ti ha risposto già Bene.
      Sopratutto quando dice che se frequentate un addestratore e per ora ci sono miglioramenti, inutile affidarsi a destra e manca, certo puoi chiedere per avere una visione ma si deve dare il tempo all’ addestratore di fare il suo percorso così come il cane.

      Posso dirti che il fatto che l’ addestratore usi lo strozzo e dica no ai premi in cibo mi dà già una buona impressione.
      Inoltre se vedi miglioramenti questa tesi è acclarata.

      Se vedi che quando ti rilassi lui riparte fai un paragone.

      Per quanto tempo ha fatto ciò che ha fatto senza una guida?

      Il Cane vive solo il presente per azione reazione e il passato per associazione.
      Quindi la sua associazione ai suoi comportamenti è ben delineata.
      Devi solo reindirizzarla, ma basta costanza.

      Non hai un Cane che età facendo scalata gerarchica, è un maschio ha 10 mesi e asserisci che già da un po’ lo fa.

      LA vera scalata al vedi dal 16 al 18 mese, li te ne accorgi tranquilla.

      Al momento è un Cucciolone con un Buon carattere, esente da traumi visto la sua tranquillità ed esuberanza (e questo è un bene) che età facendo un po’ il bullette, al pari di un bambino vivace a cui nessuno ha mai detto no o semplicemente ha detto cosa fare.

      Quanto meno se glielo hai detto lui non l’ ha recepito.

      LA cnduzione con il guinzaglio a strozzo serve proprio a usare un modo comunicativo ben reperibile e comprensibile dal cane, perché simula in parte atteggiamenti che venivano eseguiti dalla madre.

      Vedi che oltre al lavoro che fai con l’ addestratore devi dedicare almeno 15 min 20 di conduzione ogni giorno.

      Quindi si inizia, il cane va più avanti correzione e comando vocale. il cane ti sta al passo una bella carezza, il cane ne vede un’ altro e vuole partire, subito correzione prima che passi la fase di impressionabilità altrimenti superata quella non lo correggi.
      Quindi correzione con comando vocale attiri la sua attenzione e quando ti guarda una carezza, e così via.

      Se hai dei dubbi a riguardo entra in questo ordine di idee.
      Stiamo parlando di 20 minuti in cui il cane età lavorando il lavoro è camminare con te, quindi deve essere concentrato su quello.

      Non ha bisogno di mettere naso a terra guardare e partire su altri cani andare avanti a te.

      Lui sta lavorando ok? ci sono poi i momenti anche di svago ma al momento no.

      Questo creerà rapporto fra voi e vedrai che anche a casa quando darai un comando ti seguirà.

      MAttia aha detto un’ altra cosa importante Irreprensibile se un atteggiamento lo vuoi correggere devi correggerlo sempre, lasciaglielo fare 1 volta e avrai fatto un passo indietro. Correggilo sempre e in breve tempo lui lo assocerà e in tua Presenza non lo farà più
      (notare in tua presenza, perché quando il cane sarà da solo prevale il suo istinto)

    • #49307
      Tullio
      Partecipante

      Grazie mille Mattia , per la teoria ci sono, si vede Che nella pratica devo migliorare 🙂 lui non è mai stato aggressivo verso le persone ed io sono molto felice del suo carattere, mi sembra un vero corso senza paura e molto attaccato al padrone. Comunque avevo idee precise sull educazione finché ho cominciato a leggere di tutto e a sentire tutti, e non ho più capito dove stava la ragione. A questo punto credo davvero che ogni razza abbia le sue peculiarità .
      Ora il prossimo step è decidere addestramento utilità e difesa oppure no, visto che ha iniziato ad andare in Expo e va molto bene . Ma alcuni sostengono che alteri l’equilibrio psicofisico perciò alle brutte, non lo mando più in Expo

      Attachments:
    • #49310
      Mattia
      Partecipante

      Io ti consiglierei di evitare entrambi, le Expo perchè snaturano l’idea stessa di cane da difesa e li stressano molto e l’addestramento da UD per due motivi : sei in una fase nella quale fino a due anni devi dedicarti ad educare il cane e basta, concentrando su questo tutto il tempo e le energie, se il cane è un vero guardiano non ha bisogno che gli insegnamo ad attaccare, anzi se fatto male glielo fa percepire come un gioco e questo non va bene, in ogni caso sarà da valutare a cane adulto, non ora.

      Leggi i consigli di Yuri…?

    • #49311
      cainos
      Moderatore

      [quote quote=49310]

      Leggi i consigli di Yuri…?

      [/quote]

      Grazie Mario! 😀

    • #49312
      Mattia
      Partecipante

      Buhaiolo!?

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.